Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1268
RAGUSA - 06/10/2013
Attualità - Presa diposizione di Cittadinanzattiva sull’ordinanza dell’Anas dello scorso emanata a fine ottobre

Obbligo catene, modificare la segnaletica

Il responsabile della sezione modicana del movimento, Salvo Rustico, ha scritto infatti al presidente dell’Anas, al prefetto ed ai sindaci dei comuni del comprensorio modicano per conoscere come stanno le cose dal punto di vista ufficiale e formale

Cittadinanzattiva chiede ragguagli e chiarimenti sull´ordinanza che prevede l´obbligo di catene a bordo nel tratto della Statale 115 che collega il capoluogo a Modica. Il responsabile della sezione locale del movimento, Salvo Rustico, ha scritto infatti al presidente dell´Anas, al prefetto ed ai sindaci dei comuni del comprensorio modicano per conoscere come stanno le cose dal punto di vista ufficiale e formale. Cittadinanzattiva fa preciso riferimento all´ordinanza dell´Anas del 26 ottobre dello scorso anno che è rimasta in vigore fino al 15 marzo. Questa prevedeva l´obbligo delle catene; grazie alla mobilitazione di associazioni ed istituzioni l´Anas modificò il provvedimento sottomettendo l´obbligo della dotazione della catene "alla effettiva necessità".

Questa dicitura avrebbe dovuto essere applicata alla segnaletica lungo le strade interessate inerendo anche il previsto pannello integrativo "in caso di neve o ghiaccio". Lo raffermava anche una comunicazione del prefetto dell´aprile di quest´anno con la quale si ribadiva, inoltre, che la Sezione compartimentale dell´Anas di Catania, aveva provveduto a modificare la segnaletica. Così, precisa Salvo Rustico,non è stato che rileva "il comportamento tenuto dai vertici dell’ANAS che, con assoluta superficialità e totale mancanza di rispetto nei confronti degli utenti, dei cittadini e di chi a titolo volontario li rappresenta, ha più volte dichiarato cose non vere".

Tra gli automobilisti si ingenera così confusione e sarà bene sgombrare il campo da ogni equivoco visto che a fine mese il problema dell´utilizzo o meno delle catene per la stagione invernale si riproporrà.