Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1033
RAGUSA - 06/10/2013
Attualità - Eletto anche il nuovo direttivo, costituito da otto componenti

Giuseppe Massari riconfermato alla guida della Cna

L’appello alla classe politica per avviare opere infrastrutturali già cantierabili e per il sostegno alle piccole e medie imprese Foto Corrierediragusa.it

Giuseppe Massari (nella foto) è stato riconfermato alla guida della Cna provinciale. Il congresso dell´organizzazione sindacale degli artigiani ha eletto anche il nuovo gruppo dirigente che è composto da otto elementi: Bartolomeo Alecci, Salvador Avola, Maria Carmela Modica Belviglio, Tonino Cafisi, Carmela Dipasquale, Giuseppe Santocono, Giorgio Savarino e Maurizio Scalone. La relazione del presidente Massari è stata ascoltata da esponenti del mondo politico e sindacale tra cui il presidente nazionale della Cna, Ivan Malavasi che era accompagnato dal presidente regionale Giuseppe Cascone e dal segretario regionale, Mario Filippello.

Il congresso,ha evidenziato il presidente Massari, è stato preceduto da dieci assemblee territoriali con un migliaio di artigiani coinvolti, tra cui molti giovani. Giuseppe Massari ha chiesto alla politica un impegno per il rilancio dell´economia della provincia. Per Massari è "necessario finanziare il lavoro produttivo e le piccole e medie imprese che sono l´ossatura del sistema Italia e riescono a produrre reddito ed occupazione".

Il riconfermato presidente della Cna ha chiesto anche un impegno straordinario per finanziare le infrastrutture già cantierabili come il braccio di ponente del porto di Pozzallo, il completamento della Rosolini-Gela, l´autoporto di Vittoria e l´avvio dei lavori della Ragusa-Catania. Anche gli enti locali dovranno fare la loro parte favorendo la messa in sicurezza degli edifici, la manutenzione delle strade, il verde pubblico, l´ampliamento dei cimiteri ed il recupero dei centri storici.