Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 645
RAGUSA - 01/09/2013
Attualità - L’incontro con il commissario straordinario della Provincia non è stato ritenuto soddisfacente

Anfass chiede servizi nelle scuole per portatori handicap

L’associazione Onlus preme per una nuova conferenza di servizio per discutere del problema nell’imminenza del’apertura dell’anno scolastico

L´Anfass è preoccupata per l´avvio del nuovo anno scolastico ed i relativi servizi ai portatori di handicap. I responsabili dell´associazione hanno avuto un incontro con il commissario straordinario della Provincia, ente che deve assicurare una serie di servizi ai frequentanti i vari corsi scolastici, ma l´esito dell´incontro non ha dato serenità nonostante il rassicurante comunicato firmato da Giovanni Scarso. Anzi la risposta fornita dal commissario è catalogata come "negativa" dall´Anfass visto che il commissario ha confermato che ci sono poche risorse per i servizi scolastici. Dice l´Anfass: "Il problema dell´assistenza coinvolge ogni scuola di ogni grado, dalla materna alla scuola secondaria di secondo grado per cui vorremmo avere risposte più sicure per quanto riguarda il normale inserimento dello studente con disabilità ,a scuola per l’anno scolastico che si apre".

L´associazione onlus chiede l´inserimento adeguato nelle classi con la presenza dunque delle varie figure professionali necessarie per soggetti con disabilità, ovvero l’assistente all’autonomia e alla comunicazione, il servizio al trasporto e la presenza di personale addetto all´igiene dei disabili. L´associazione ha chiesto al commissario Scarso la convocazione di un tavolo e la partecipazione ad esso degli assessori ai servizi sociali dei comuni interessati al problema perchè ritiene che il problema non è ancora risolto.

L´Anfass è intenzionata a rivolgersi al prefetto se l´appello lanciato non sarà raccolto. Il commissario Giovanni Scarso ha tuttavia dichiarato che i problemi posti sul tappeto saranno affrontati pur con le ristrettezze di bilancio che probabilmente comporteranno alcuni sacrifici.