Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:09 - Lettori online 1676
RAGUSA - 23/08/2013
Attualità - Dopo la manifestazione "Rigorosamente fresco" basole danneggiate con l’unto della frittura

Olio sulle basole della piazza, il sindaco chiede mille euro

La somma trattenuta agli organizzatori che dovranno provvedere al ripristino delle condizioni originarie

Chi sporca paga. Il sindaco Federico Piccitto è stato irremovibile ed ha dato mandato all´ufficio legale del comune di trattenere mille euro della cauzione versata agli organizzatori della manifestazione "Rigorosamente fresco" organizzata in piazza Duca degli Abruzzi la scorsa settimana. Le basole della piazza, infatti, sono stati imbrattate con l´olio utilizzato per la frittura del pesce che è stato distribuito nei vari stand. Macchie diffuse per tutta la piazza che solo qualche mese fa era stata ristrutturata ed abbellita con il basolato in pietra locale. Un tecnico del comune ha fatto un sopralluogo sul sito insieme agli organizzatori della manifestazione ed ha contestato il danno comunicando la decisione del sindaco.

Da parte loro gli organizzatori hanno rassicurato sulla pulizia immediata del sito anche se sembra difficile che le macchie di unto potranno essere del tutto rimosse. Un danno che si spera possa essere rimediato e che ha indotto il consigliere comunale Angelo la Porta ad intervenire con una apposita interrogazione al sindaco. L´organizzazione dell´evento aveva ribadito di aver provveduto a stendere dei teli di plastica sul basolato proprio per evitare danni ma le giustificazioni addotte non hanno convinto il sindaco che attenderà l´intervento di pulizia, in caso di esito negativo incasserà mille euro e provvederà in proprio. Ammesso che l´olio e l´unto non resti a perenne memoria.


paraocchi
26/08/2013 | 16.07.42
peppino

La Porta come mai non guarda come è ridotta via Tindari,forse lui non può parlare perchè quello è tutto sp*****o benedetto fatto bene placido di colui a cui La Porta a leccato il sedere per tanti anni. Eppure la pietra è la stessa, tunisina.


Esempio per altri comuni
23/08/2013 | 14.24.00
Antonio Luigi

Complimenti al Sindaco di Ragusa.
I suoi colori politici non m´interessano,ma l´azione presa è lodevole e spero applicata.
Ne avremmo bisogno anche a Pozzallo