Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1149
RAGUSA - 24/08/2013
Attualità - I gruppi di opposizione attaccano le scelte del primo cittadino

Guerra tra opposizione e sindaco sugli eventi estivi

Ma nessuno approfondisce il vero tema della questione, ovvero la qualità degli eventi

Ormai è guerra aperta tra il sindaco e le opposizioni. I contributi per le manifestazioni estive sono il pomo della discordia ed il botta e risposta tra Piccitto ed i suoi avversari si annuncia infuocato. L´ultima "provocazione" di Territorio, Ragusa Domani ed il Megafono, che hanno in Nello Dipasquale il loro leader di riferimento, è rivolta ancora una volta al sindaco perchè ritiri in autotutela la delibera di assegnazione di 40 mila euro di contributo ad Ibla Buskers e di 8 mila alla festa di S. Giovanni. Il motivo è così spiegato: " Le somme sono imputate alla legge su Ibla ma sono state anticipate dalle casse comunali. E´ un atto illegittimo, quello della Giunta comunale, adottato in violazione di legge, viziato da palese eccesso di potere e che espropria nei fatti il Consiglio comunale delle sue prerogative esponendo l´Amministrazione a rischi di natura contabile e finanziaria. Con l´adozione di questa delibera la Giunta municipale ha commesso una grave irregolarità includendo spese per anticipazioni di somme "su partite di giro".

Per l´opposizione i soldi possono essere utilizzati solo dopo l´approvazione del piano di spesa da parte del consiglio comunale. Dice ancora l´opposizione: "E´ un modo molto approssimativo della gestione amministrativa della città da parte del sindaco e della sua squadra i quali saranno pure preparati a gestire le cose via web, ma in questo caso, hanno fornito una clamorosa prova di inadeguatezza e incapacità amministrativa mettendo così a rischio lo stesso contributo da destinare a Ibla Buskers e alla festa del patrono. A seguito di quanto sopra esposto chiediamo l’immediata revoca in autotutela della delibera al fine di non incorrere nell´eventuale possibilità di vedere seriamente compromesso il futuro finanziamento della legge su Ibla". Al presidente del consiglio comunale, Giovanni Iacono, è stato chiesto il rispetto della legalità e delle regole.

LE POLEMICHE INFINITE
Il calendario delle manifestazioni estive fa litigare il sindaco e le opposizioni. Accuse da una parte e dall´altra con Federico Piccitto che difende le scelte operate e rilancia: "Non accettiamo accuse da chi pensa che avremmo dovuto gestire la stagione estiva come in passato. Rivendico il merito di avere rotto il monopolio con cui è stata gestita l´organizzazione degli eventi culturali a Ragusa negli ultimi anni". Parole che non sono state gradite ai gruppi consiliari di opposizione (Ragusa Domani, Megafono e Territorio) che hanno sollevato più di un dubbio sull´affidamento ad una sola persona del cartellone. "Il sindaco ha indirizzato tutto -dicono le opposizioni - verso la società di un candidato del Movimento Città. Non ci convincono la scelta e soprattutto i tempi con delibere approvate a stretto giro di posta".

Le polemiche seguono ai finanziamenti erogati per Ibla Buskers, 40 mila euro, e la festa di S. Giovanni 16 mila, facendo poi terreno bruciato per tutto il resto. Nella polemica tra sindaco ed opposizioni nessuno ha avuto modo di approfondire e magari chiedersi cosa e soprattutto di che qualità è il cartellone allestito. Se è vero che c´è un cartellone è anche vero che un capoluogo non può permettersi di presentare spettacoli amatoriali o di dubbio valore. Per quello bastano le sagre paesane o delle tante frazioni del territorio. Ragusa ha sete di spettacoli di qualità ed ogni volta, nel passato più recente, che ce ne è stata la possibilità il pubblico ha risposto alla grande senza curarsi di conoscere chi e come organizzava gli spettacoli.