Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1064
RAGUSA - 16/08/2013
Attualità - In migliaia hanno seguito la processione per mare e per terra del simulacro

La Madonna di Portosalvo benedice Marina dal mare

Nonostante le condizioni meteo non ottimaali i fedeli non hanno voluto mancare al tradizionale appuntamento Foto Corrierediragusa.it

Marina ha festeggiato, nonostante il tempo incerto, la Madonna di Portosalvo. A migliaia i fedeli che hanno seguito, lungo la riva, il trasporto del simulacro dalla Chiesa al porto turistico e poi il consueto e sempre suggestivo imbarco (nella foto). Stavolta le condizioni meteomarine, che non erano state delle più favorevoli lo scorso anno, nonostante la presenza di alcune nuvole e di una fine pioggerella (ma il mare era comunque calmo) non hanno fatto desistere il comitato dei festeggiamenti dal percorrere, così come da programma, lo specchio di mare antistante il lungomare Andrea Doria e Bisani oltre al villaggio Santa Barbara e Punta di Mola. Il modo migliore per i fedeli di Marina di Ragusa e del capoluogo ibleo, oltre ai numerosissimi turisti provenienti da ogni dove, di rendere omaggio alla Madonna.

La processione guidata dal parroco don Mauro Nicosia, e che ha visto la presenza delle autorità civili (c’erano, tra gli altri, il vicesindaco Massimo Iannucci e il deputato regionale Nello Dipasquale oltre ad alcuni consiglieri comunali) e militari, si è dunque svolta come da programma per far sì che la Madonna proveniente dal mare potesse comunque benedire i propri «figli» in trepida attesa sulla costa. La processione è stata accompagnata dal corpo bandistico e dai carabinieri della locale Stazione. Dopo lo sbarco, la stessa processione è proseguita per le vie della frazione rivierasca sino al rientro in chiesa a tarda sera contrappuntato, a mezzanotte e mezza, dallo sparo di fuochi d’artificio. Il gioco pirotecnico si è tenuto al porto turistico.