Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1022
RAGUSA - 31/07/2013
Attualità - Il Tar ha concesso la sospensiva alla titolare del bar chiuso per rumori molesti

Movida a Marina: pugno duro del sindaco Piccitto

"La mia ordinanza non era illegittima, il tribunale amministrativo deve ancora entrare nel merito"

Il Tar ha sospeso l´ordinanza di chiusura del bar di Marina di Ragusa che era stato sanzionato numerose volte dai vigili urbani. Il Tribunale amministrativo ha concesso la sospensiva rinviando l´esame del merito della questione alla Camera di consiglio fissata per il 25 settembre. Il sindaco Federico Piccitto, che ha firmato l´ordinanza di chiusura suscitando la dura di presa di posizione della titolare e creando il caso visto che si tratta della prima chiusura in assoluto per la violazione dell´ordinanza sindacale ha voluto precisare che " la ricorrente deve attenersi alle prescrizioni attinenti la regolamentazione delle emissioni sonore ed alle disposizioni in materia di sicurezza urbana di cui all’ordinanza commissariale n. 46642/2013 richiamata nel provvedimento impugnato».

Si tratta dell´ordinanza sulle emissioni sonore che prevede norme stringenti cui molti esercenti a Marina si sono adeguati. Il sindaco èa dnato anzi oltre richiamando tutti ad un puntuale rispetto dell´ordinanza, compresa la titolare del bar chiuso: " Qualora la titolare del bar in questione dovesse nuovamente violare la legge, potrebbero scattare nuovi provvedimenti e sanzioni, oltre alla richiesta del Comune di revoca del decreto del TAR».

Pugno duro dunque e segnali ben precisi a tutti gli operatori commerciali. La movida a Marina appare sotto controllo grazie all´impiego dei vigili anche nelle ore notturne ed alla presenza delle Forze dell´Ordine. Non si registrano infatti fenomeni eclatanti anche se gli schiamazzi ed i rumori alla chiusura dei locali sono avvertiti dai residenti. L´ordinanza prefettizia, adottata da tutti i sindaci della provincia, ha contribuito a creare un clima più sereno e a mettere ordine nel caos anche se le prossime settimane, il clou dell´esatte, saranno il test più probante.