Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 873
RAGUSA - 29/07/2013
Attualità - Sulle maggiori arterie presenti numerose pattuglie per garantire la sicurezza degli automobilisti

Oltre i 40 gradi: caldo insopportabile in provincia

Il Dipartimento regionale ha diramato agli uffici periferici l’allerta invitando tutte le autorità a prendere le misure necessarie Foto Corrierediragusa.it

Bollino giallo in provincia per le alte temperature ed il rischio incendi. Il Dipartimento regionale della Protezione Civile ha diramato agli uffici periferici i dati invitando tutte le autorità a prendere le misure necessarie. I giorni più a rischio vanno da domenica a martedì quando in provincia si registreranno temperature che sfiorano i 40 gradi.

Le previsioni sono state rispettate perchè in tutta la Sicilia sono state due giornate di gran caldo ed afa opprimente soprattutto nelle città. Si è salvato solo chi è potuto rimanere sulla spiaggia o in campagna dove c´è stata comunque una certa ventilazione. Da martedì è attesa una brezza che dovrebbe mitigare il caldo.

A Ragusa il sindaco Piccitto ha dato già disposizione al Servizio comunale di Protezione Civile di attivare il Presidio Territoriale per il monitoraggio dei punti critici individuati nel Piano Comunale di Protezione Civile. Il presidio è stato attivato da ieri e resterà attivo fino a cessata emergenza dal personale dell’ufficio e dal gruppo comunale dei volontari di protezione civile. Anche gli altri comuni si sono attrezzati soprattutto per prevenire il rischio incendi che a causa della concomitanza delle alte temperature e del vento potrebbe interessare soprattutto le zone boschive della provincia.

Anche sulle strade sono tanti i servizi attivati dalla Polstrada e dalle Forze dell´ordine per garantire la serenità degli automobilisti . Si prevede infatti un flusso intenso verso le località marine ed in serata sarà attentamente monitorato il rientro in città. Anche i centri storici delle città barocche, dove si registrano numerose presenze di turisti, vedono la presenza di pattuglie e di agenti che garantiscono la sicurezza pubblica.

Le località balneari, a cominciare da Marina di Ragusa (nella foto), sono affollate e già dal primo mattino un lungo flusso di macchine ha riversato i villeggianti sulle spiagge. Tiene banco la discussione sul presunto inquinamento del mare nella fascia che va da Donnalucata a Marina Marza ma i sindaci hanno smentito con puntuali comunicati eventuali pericoli ribadendo i risultati delle più recenti analisi dei campioni di acqua prelevati che confermano le buone condizioni di balneabilità.