Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 981
RAGUSA - 21/07/2013
Attualità - Il calendario ufficiliazzato dal Miur. Chiusura il 7 giugno

In Sicilia le scuole riaprono il 16 settembre

Le singole scuole, nell’ambito della loro autonomia, potranno anticipare o posticipare di qualche giorno le date fissate in albito nazionale

In Sicilia le scuole riaprono il 16 settembre. Lo dice il calendario diramato da Miur che indica le date di inizio delle lezioni per tutte le regioni italiane ma anche il periodo delle vacanze natalizie e pasquali. Fissata anche la data di chiusura delle scuole che per la Sicilia è prevista per il 7 giugno insieme a Toscana, Umbria, Veneto, Marche, Lombardia, Emilia Romagna, Lazio, Campania e Piemonte. Naturalmente le singole scuole potranno decidere lievi spostamenti delle date di chiusura ed apertura sulla base di specifiche esigenze territoriali, fermo restando il fatto che bisogna assicurare agli studenti un minimo di 200 giorni di lezione.

I primi a tornare tra i banchi saranno il 5 settembre, gli studenti di Bolzano; gli ultimi quelli pugliesi per i quali la prima campanella suonerà soltanto il 17 settembre. E a aspettare più di tutti per andare in vacanza l´estate dell´anno prossimo saranno di nuovo gli scolari dell´Alto Adige (il 14 giugno, assieme a quelli di Valle D´Aosta e Abruzzo), che si consoleranno però con il periodo di chiusura più lungo sotto Carnevale: dal primo all´8 marzo. Mentre gli alunni della Campania avranno un altro primato: saranno gli unici a restare a casa il 19 marzo per la Festa della Legalità. Dopo Bolzano ad aprire i battenti toccherà alle scuole del Molise, il 10 settembre; il giorno dopo (il 10) sarà il turno del Piemonte e il successivo (l´11) sarà la volta di Trentino, Umbria, Lazio e Toscana. Ma nella maggior parte delle regioni si tornerà a studiare il 12 (Valle d´Aosta, Friuli Venezia Giulia, Marche, Basilicata, Lombardia e Veneto) o il 16 (Sardegna, Liguria, Emilia Romagna, Abruzzo, Campania, Calabria e Sicilia).

Quanto alla chiusura finale, l´anno scolastico terminerà per primo in Toscana, Umbria, Veneto, Marche, Lombardia, Emilia Romagna, Lazio, Campania, Sicilia e Piemonte, il 7 giugno; il 9 giugno finirà in Puglia, il 10 in Sardegna, l´11 in Trentino, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Basilicata, Liguria e Molise. A godere delle vacanze più lunghe a Natale saranno gli studenti di Trento (dal 21 dicembre al 5 gennaio), che saranno i più fortunati anche a Pasqua (dal 17 al 26 aprile) in compagnia degli studenti di Basilicata, Abruzzo e Umbria.