Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 590
RAGUSA - 18/04/2008
Attualità - Ragusa - Dura presa di posizione del Comitato dei dipendenti

Iabichella: "Sindacati inutili" Dipendenti sul piede di guerra

"Revocare le deleghe di iscrizione a tutti i sindacati provinciali" Foto Corrierediragusa.it

"Chiedero’ a tutti i dipendenti degli eserici commerciali di revocare le deleghe di iscrizione a tutti i sindacati provinciali". Questa la dura presa di posizione assunta dal coordinatore regionale del comitato dei dipendenti Giorgio Iabichella (nella foto).

"In quasi un anno di attivita’ del Comitato che conta ad oggi 500 iscritti - dice Iabichella - abbiamo visto che i sindacati locali si adattano bene a tutte le stagioni, tutelando però solo i loro interessi, non quelli dei dipendenti iscritti, che invito pertanto a rimettere le deleghe d´iscrizione".

"Ad inizio della scorsa estate prosegue Iabichella - appena accortosi che non erano piu’ i soli «pseudo-rappresentanti» dei lavoratori in provincia si misero al lavoro dicendo che avrebbero smosso un po’ le acque impantanate. In autunno, quando noi scendemmo in campo a Ragusa denunciando dei casi di mobbing nei centri commerciali dissero (sempre i sindacati all’unisono) che avrebbero «iniziato a fare sul serio» richiedendo ai sindaci ed alle organizzazioni datoriali di concedere loro la «praticabilità sindacale», come se fossero i datori di lavoro ad autorizzarla a noi lavoratori, mentre la legge, sappiamo bene tutti, da’ diritto ad ogni dipendente di costituire le proprie rappresentanze sindacali all’interno del luogo di lavoro, con o senza l’autorizzazione del datore di lavoro.

Anzi - prosegue Iabichella - nessun datore di lavoro puo’ negare al proprio dipendente, di esporre e richiedere i propri diritti anche tramite associazione con altri dipendenti, pena la denuncia.

A Natale, vi furono delle grosse prese di posizione da parti dei sindacati provinciali, guarda caso dopo che noi del Comitato dei Dipendenti, avevamo raccolto in un giorno oltre 4200 firme per richiedere le turnazioni domenicali.

Prese di posizione che sembravano davvero dover risolvere definitivamente i nostri problemi, che, seppur lanciati con la nostra provocazione di «richiesta chiusura domenicale», sono evidenti e risaputi, dimostrato anche dall’ultima presa di posizione «primaverile» delle succitate organizzazioni sindacali, ove a quanto pare, conti alla mano in provincia di Ragusa vi sarebbero circa l’80% dei lavoratori «sfruttati». Alle parole non sono seguite i fatti - conclude Iabichella - e per questo invito i dipendenti a riflettere sulla reale utilità dei sindacati".