Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1203
RAGUSA - 26/06/2013
Attualità - Collaborazione tra Azienda sanitaria e Polstrada per prevenire incidenti

Prevenzione alcol e droga sulle strade con unità mobile

Scopo dell’iniziativa è di raggiungere, nel corso del periodo estivo i vari luoghi di aggregazione giovanile per informare i ragazzi dei pericoli tabacco, e soprattutto dell’aumento della pericolosità mettendosi alla guida di veicoli dopo la loro assunzione

L´unità di strada costituita da personale specializzato dell´Asp collaborerà insieme alla Polstrada sulle principali arterie della provincia. L´unità mobile è stata presentata dal Commissario Straordinario dell’ASP, Angelo Aliquò, dal comandante della Polizia Stradale, Gaetano Di Mauro e daldirettore dell’unità operativa Dipendenze Patologiche, Pippo Mustile. Scopo dell’iniziativa è di raggiungere, nel corso del periodo estivo i vari luoghi di aggregazione giovanile per informare i ragazzi dei pericoli connessi in generale all’uso ed abuso di alcool, droghe sia leggere che pesanti, tabacco, e soprattutto dell’aumento della pericolosità mettendosi alla guida di veicoli dopo la loro assunzione. Ma attenzione sarà riservata anche alle problematiche legate ai rapporti sessuali non protetti, con picchi di aumento dopo l’uso di tali sostanze e con le relative conseguenze (aumento del consumo della «pillola del giorno dopo» e degli aborti tra le giovanissime).

Il tutto con l’ausilio di un camper con a bordo personale specializzato appositamente individuato dalla struttura Unità di Strada, per l’aspetto più propriamente preventivo, ed in collaborazione con la Polstrada per quanto attiene invece i controlli mirati a contenere e contrastare il fenomeno delle stragi del sabato sera, verificando se i conducenti dei veicolo sono positivi all’uso di bevande alcoliche e stupefacenti. La campagna, come ha affermato il dirigente della Polstrada, Di Mauro, punta infatti alla prevenzione ed intende informare i cittadini sui rischi legali (denunce e ritiro della patente) che si corrono ad essere trovati positivi, ma soprattutto su quelli, elevatissimi, di provocare incidenti mortali o comunque gravi.

Di Mauro ha anche fornito alcune cifre. Per limitarci allo scorso anno sono stati controllati 13256 conducenti di cui 197 positivi all’alcoltest e 24 alle droghe, mentre il dato di quest’anno, aggiornato al 23 giugno ha riscontrato 64 conducenti positivi all’alcoltest e 8 alle droghe su 5713 controlli effettuati.