Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 616
RAGUSA - 20/06/2013
Attualità - Un brano di Quintiliano al Classico. Una pagina del "Grande Gatsby" al Linguistico

Maturità: ora si pensa alla terza prova

Si riprenderà lunedì con la prova elaborata da ogni commissione Foto Corrierediragusa.it

E´ un brano di Quintiliano tratto dalla "Istitutio Oratoria" il testo proposto agli studenti del liceo Classico come seconda prova agli Esami di Stato. Gli studenti dovranno tradurre il brano che ha per tema l´eloquenza di Omero, quale padre indiscusso dell´oratoria. Si tratta di un brano abbordabile almeno nella sua parte inizaiale, che diventa più ccomplesso dal punto di vista concettuale e sintattico nella seconda parte. Gli studenti avranno quattro ore di tempo per presentare la loro versione del brano in italiano.

Allo Scientifico gli studenti sono stati chiamati a risolvere un problema e a rispondere a cinque quesiti, con funzioni e domande che spaziavano dalla matematica alla geometria, con il secondo problema (ne andava risolto uno su una scelta di due) che conteneva una citazione nascosta: "la curva Versiera della scienziata del ´700 Maria Gaetana Agnesi.

Una pagina tratta da "Il grande Gatsby" è stata invece la prova di indirizzo al Linguistico. I candidati si dovevano cimentare con una analisi in inglese sugli argomenti proposti.

Dopo la seconda giornata di esami, gli studenti cominceranno a preparare la terza prova che è in programma lunedì. Si tratta di una prova, generalmente a risposta breve, sulle materie dell´ultimo anno di studio, Le commissioni cominceranno poi le correzioni degli scritti. Gli orali cominceranno a metà della prossima settimana per concludersi entro i primi dieci giorni di luglio.

Il tema di Italiano
Temi in sintonia con i problemi più dibattuti oggi quelli che sono stati prescelti per l´esame di Stato di mezzo milione di studenti. Si tratta di tematiche che sono state affrontate in tempi recenti sui giornali e che sono stati oggetto di saggi e dibattiti ma che hanno solo sfiorato, semmai sono entrati, in un’aula scolastica. «Belli ed impossibili» sono stati definitivi non solo dai diretti interessati ma anche da scrittori ed intellettuali. Il ministro Maria Chiara Carrozza difende comunque le tracce e le definisce fattibili: « "Sono fatte da esperti che fanno questo lavoro da anni e che conoscono i programmi. Comunque io le ho scelte e me ne assumo la responsabilità". Come spesso accade la distanza tra le stanze del Ministero di viale Trastevere e le aule scolastiche è molto ampia e si vede proprio nel momento in cui si propongono tematiche ed autori che poco hanno a che fare con i programmi svolti. E’ il caso del germanista Claudio Magris di cui è stata proposta una riflessione siu «L´infinito viaggiare» come ´analisi del testo; Individuo e società di massa con testi di Pasolini, Canetti e Montale per il tema letterario; Stato, mercato e democrazia con testi di Zingales, Pirani e Krugman per il tema socioeconomico; omicidi politici per l´articolo breve; la ricerca sul cervello per il tema tecnico; la rete della vita per il tema generale; i paesi emergenti del Brics ( Brasile, India, Russia, Cina e Sudafrica) è stato il tema storico e lo studente doveva parlare almeno di due paesi con riferimento alla storia ed ai temi socio-economici.

"L´infinito viaggiare" di Claudio Magris, da cui è tratto il brano proposto agli studenti per l´analisi del testo, è un ampio diario, un resoconto dei più recenti viaggi compiuti dal Magris in varie parti del mondo: Spagna all´Inghilterra, Svezia, Norvegia, Germania, Austria, Cecoslovacchia, Polonia, Australia, Iran, Cina, Vietnam, dalle Isole Fortunate ai tanti Stati dell´Europa centro-orientale, alle città, foreste, fiumi, mari, deserti di zone remote. La traccia più «gettonata è stata quella di ordine generale tratta da un brano de «La rete della vita» di Frijof Capra.

Lo studente doveva riflettere sulla vita non come competizione ma come il trionfo della cooperazione e creatività. Ostiche invece le tracce sugli omicidi politici e l’individuo in rapporto alla società di massa che offriva spunti tratti da Pasolini, il Nobel argentino Elias Canetti, Eugenio Montale e lo storico Remo Bodei.

L’esame continua con la seconda prova che sarà specifica per ogni indirizzo. Al Classico ritorna il Latino, allo Scientifico sarà Matematica, al Linguistico una Lingua straniera, all’Artistico Disegno geometrico, al Pedagogico Pedagogia, al tecnico commerciale Economia aziendale. Per la prova sono assegnate di norma quattro ore.

I numeri ed i tempi dell´esame di Stato
Al via gli esami di Stato. In tutta Italia sono mezzo milione di studenti che si sottopongono all’esame conclusivo del ciclo di studi della scuola superiore. Si comincia con la prova di Italiano mentre giovedì gli studenti saranno impegnati nella prova di indirizzo; il Latino al Classico, Matematica allo Scientifico, una lingua straniera al Linguistico, disegno geometrico all’Artistico, pedagogia al pedagogico. Lunedì prossimo invece si terrà la terza prova che è articolata sulle materie di studio dell’ultimo anno di corso ed è elaborata dalla stessa commissione sulla base dei programmi svolti nel corso dell’anno nelle varie classi. Le commissioni d’esame sono composte da tre commissari esterni e tre interni indicati dai consigli di classe. Ogni commissione esaminerà in media da 35 a 50 studenti. Tutte le commissioni si sono insediate lunedì ed hanno proceduto alla stesura dei verbali, alla lettura delle relazioni e ad individuare i criteri per la correzione delle prove scritte. Sono stati anche stilati i calendari delle prove orali.

In provincia sono 2.800 gli studenti che affronteranno gli esami, di questi 200 sono esterni con un’alta concentrazione presso l’istituto Nautico «La Pira» di Pozzallo. Le 72 commissioni si sono insediate ma non sono poche le defezioni per cui presso il Csa di Ragusa è una corsa contro il tempo per la sostituzione di presidenti e commissari. Nel capoluogo non si sono presentati i presidenti presso alcune commissioni del tecnico Besta, dello scientifico Fermi del classico Umberto I° e del professionale Ferraris. Molti commissari hanno presentato certificati medici e dovranno essere sostituiti per ripristinare il plenum della commissioni. Molte defezioni sono motivate dal taglio alle indennità di esame che, a fronte di un lavoro delicato e pesante, non incentivano la partecipazione all’esame.

Per gli esami di stato 2013 viene riproposto dopo l’esordio dello scorso anno il plico telematico, ovvero la trasmissione delle tracce dei temi di italiano via internet presso le varie scuole. La novità assoluta è in vece il bonus che ogni studente avrà ai fini dell’ammissione alla facoltà a numero chiuso se avrà superato gli 80100. Il ministero ha stilato una tabella precisa che sarà applicata in sede di scrutinio finale.

Ungaretti, Svevo e Quasimodo sono quest’anno i nomi più gettonati per il tema di italiano per la letteratura, la crisi economica, il rapporto scienza-etica, sono le tracce che circolano in rete per il tema di cultura generale. Come di solito accade le previsioni vengono smentite e gli sforzi di preparazione delle tracce annunciate vengono vanificati.