Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 687
RAGUSA - 07/06/2013
Attualità - Dodici in tutto i riconoscimenti per le spiagge siciliane

Bandiere verdi per 4 località marine iblee

Sono S. Maria del Focallo, Scoglitti, Punta Secca e Marina di Ragusa. ‘OK-Salute e benessere’ nel numero di giugno assegna il riconoscimento alle spiagge migliori d’Italia per le famiglie con prole al seguito, da 0 a 18 anni

Mare a misura di bambino. Da Lignano Sabbiadoro in Friuli a Forte dei Marmi in Toscana, da San Felice Circeo (Lazio) fino a Punta Tegge e Spalmatore alla Maddalena (Sardegna) a Marina di Ragusa il mare italiano è adatto agli ‘under 18′. Anche quest’anno infatti ‘Mare a misura di bambino. Da Lignano Sabbiadoro in Friuli a Forte dei Marmi in Toscana, da San Felice Circeo (Lazio) fino a Punta Tegge e Spalmatore alla Maddalena (Sardegna) a Marina di Ragusa il mare italiano è adatto agli ‘under 18′. Anche quest’anno infatti ‘OK-Salute e benessere’ nel numero di giugno assegna le bandiere verdi alle spiagge migliori d’Italia per le famiglie con prole al seguito, da 0 a 18 anni, in base alle indicazioni dei pediatri.

Sono 12 le bandiere verdi assegnate alla Sicilia: di queste quattro sono in provincia ed in particolare Casuzze-Punta Secca-Caucana, S. Maria del Focallo, Scoglitti e Marina di Ragusa. In Sicilia queste le altre spiagge: Cefalu’ (Palermo), Marina di Lipari-Acquacalda-Canneto (Messina), Porto Palo di Menfi (Agrigento), San Vito Lo Capo (Trapani), Torretta Granitola (Trapani), Tre Fontane (Trapani), Vendicari (Siracusa). Per Marina di Ragusa e S. Maria del Focallo è un ulteriore riconoscimento dopo l’ottenimento della bandiera blu assegnata lo scorso mese.

«In questi anni – ricorda il pediatra di Milano Italo Farnetani, che ha curato il lavoro – sono stati coinvolti complessivamente 925 colleghi, una parte scelti a campione, selezionati fra pediatri che abitano in zone di mare, altri iscritti alla Società italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps). In sei anni sono variati sia i pediatri ai quali è stato somministrato un questionario, sia i criteri di individuazione delle spiagge. Nel 2008 e 2009, infatti – continua Farnetani – sono state richieste località di mare definite ‘mondane’, dove fossero presenti attrezzature turistiche rivolte sia ai genitori che ai bambini. Nel 2010 invece quelle ‘incontaminate’, in cui la natura prevalesse sulle strutture turistiche. Fino a questo punto erano state individuate 51 località turistiche. Nel 2011 sono state scelte dai pediatri 25 spiagge con maggiori attrezzature turistiche e l’anno dopo è stato chiesto ai pediatri di scegliere fra quelle che avessero ottenuto la ‘bandiera blu’ le mete più a misura di bimbo».


VILLAGGI CHIUSI
07/06/2013 | 20.19.32
ANDREA CERRUTO

Certo che chi scrive queste notizie deve essere molto poco informato. Amico giornalista, la Magistratura a chiuso 3 villaggi turistici uno risiede a S.Maria del Focallo sul mare, perche PRESUME che il mare sia inquinato per colpa del Villaggio Turistico. Che utilita´ potrebbe avere una Bandiera assegnata in un luogo considerato dalla magistratura inquinato ?? Quindi caro giornalista se vuoi veramente fare qualcosa di utile e di solidale verso i QUATTROCENTO lavoratori che sono rimasti senza lavoro, aiutaci a divulgare la notizia affinche´ qualche padre di famiglia della magistratura che ha un minimo di scrupolo di coscienza possa fare qualcosa per risolvere questo problema e evitare il disastro economico nella Provincia Iblea. A nome di tutti i dipendenti del MARISPICA-BAIA SAMUELE-MARSA SICLA´, GRAZIE.