Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 820
RAGUSA - 04/06/2013
Attualità - Presa di posizione di Filca e Cisl dopo il finanziamento assicurato dalla Regione

Lotti Sr-Gela: slitta a fine mese data bando per appalto

L’appalto riguarda i tre lotti che prolungheranno l’attuale tracciato di quasi 20 km fino a Modica passando per Ispica e Pozzallo. La Giunta regionale ha assegnato 122 milioni

Un mese di ritardo per l’appalto dei lavori dei lotti 6,7 ed 8 della Siracusa Gela. La gara era stata infatti fissata per il 19 maggio ma il ritardo con cui la Giunta regionale ha appostato le somme di sua competenza fa slittare la data alla fine di questo mese. Se, da un lato, c’è dunque soddisfazione per la positiva conclusione dell’iter che porterà finalmente all’appalto dell’opera, dall’altro i segretari generali della Ust Cisl di Ragusa e Siracusa quello e della Filca territoriale sottolineano l’ennesimo slittamento dei termini.

«Attendevamo la delibera per il tratto autostradale che legherà Rosolini a Modica – dicono Paolo Sanzaro e Paolo Gallo – e speravamo che non saltasse la data del 19 maggio già indicata per la gara d’appalto. Il provvedimento consentirà, adesso, al C.A.S. (Consorzio Autostradale Siciliano) di andare in appalto e di scongiurare la perdita di un finanziamento importante per l’economia locale. Abbiamo più volte sottolineato la strategicità di questa infrastruttura e l’importanza per l’occupazione locale stretta dalla crisi. Ora vigileremo e incalzeremo affinché i tempi della gara vengano rispettati e si giunga al più presto all’inizio dei lavori».

L’appalto riguarda i tre lotti che prolungheranno l’attuale tracciato di quasi 20 km fino a Modica passando per Ispica e Pozzallo. La Giunta regionale ha assegnato i 122 milioni di sua competenza oltre ai fondi messi a disposizione dall’Unione europea e dal governo nazionale.