Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1031
RAGUSA - 31/05/2013
Attualità - Nelle sei strutture comunali cancelli sbarrati il 15 giugno per mancanza di personale

Asili nido negati: in anticipo a casa 180 bambini

A palazzo dell’Aquila non ci sono risorse per il personale ed il commissario ha preso la drastica decisione

I bambini frequentanti i sei assili nido comunali della città saranno rimandati a casa da metà mese. Per loro ci sarà un taglio netto di due settimane nel servizio. A palazzo dell’Aquila non ci sono risorse per le maestre e le supplenze per cui il commissario straordinario si è visto costretto a tagliare il servizio. E’ scatta la protesta delle famiglie che dovranno ricorrere ad altre risorse, naturalmente a pagamento, per assistere i propri bambini. L’utenza va dai 0 a tre anni ed è dislocata in sei sedi per un totale di 180 bambini; le sedi sono quelle di S. Giovanni, Patro, Marini, ex Omni, Palazzello 1 e Palazzello 2.

La risposta ai rilievi ed alle proteste delle mamme da parte dei funzionari comunali è stata chiara: «Non possiamo garantire gli standard educativi e l’organizzazione dei servizi. Gli asili chiuderanno giorno 15 e la retta mensile sarà pagata solo per i giorni di fruizione del nido». Ben magra consolazione per chi, ed è la stragrande maggioranza, dovrà ricorrere a baby sitter o insegnanti privati. Sotto accusa la mancanza di progettualità del comune e soprattutto l’indifferenza con la quale è stata presa la decisione, poca rispettosa delle necessità delle famiglie.