Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 720
RAGUSA - 24/05/2013
Attualità - Grazie a macchinari che utilizzano biossido di cloro per la depurazione

L´acqua è ritornata potabile: a Ragusa emergenza finita

Il commissario straordinario ha firmato l’ordinanza di revoca dell’utilizzo dell’acqua proveniente dai pozzi B1 e B2

L’emanazione dell’ordinanza del commissario straordinario, Margherita Rizza, certifica la fine dell’emergenza idrica in città. E’ durata oltre quattro mesi, era infatti il 19 gennaio quando il primo pozzo venne chiuso, ed ha comportato disagi per almeno 10 mila persone. L’acqua dei pozzi B1 e B2 e la sorgente di cava Misericordia sono stati attrezzati con una speciale apparecchiatura, già utilizzata con risultati ottimali all’Ismet di Palermo.

Si tratta di apparecchiature che utilizzano biossido di cloro per depurare l’acqua e renderla del tutto potabile. Secondo i tecnici l’acqua immessa in rete proprio dai pozzi sotto osservazione da mesi è ancora più pulita e del tutto sicura. Lo dicono gli esami clinici effettuati a più riprese presso i laboratori dell’Università di Catania e sulla base dei quali il commissario ha ritenuto di firmare l’ordinanza.

Margherita Rizza in sede di conferenza stampa ha ringraziato il prefetto Annunziato Vardè per l’attività di sostegno e per l’interessamento che si è concretizzato nel periodo dell’emergenza con il raccordo con Vigili del Fuoco e Corpo forestale per mettere a disposizione le autobotti. Il commissario ha ringraziato anche il presidente della regione che ha garantito l’erogazione di un milione di euro per far fronte ai costi dell’emergenza.