Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 678
RAGUSA - 23/05/2013
Attualità - Le disposizioni impartite dal prefetto, Annunziato Vardè, nel corso di una riunione

Propaganda elettorale: la Prefettura dà le indicazioni

Interessati i rappresentanti dei partiti politici, le amministrazioni locali ed i Vigili urbani

Una riunione per disciplinare la propaganda elettorale nei quattro comuni interessati alla consultazione del 9 e 10 giugno si è tenuta in Prefettura. L’obiettivo del prefetto, Annunziato Vardè, è quello di richiamare l’attenzione sull’esigenza di un’attenta e puntuale osservanza della normativa che regola la materia, anche in relazione alle direttive impartite dal Ministero dell’Interno, e di individuare le modalità di contrasto al fenomeno dell’indiscriminata affissione di manifesti fuori degli spazi prescritti od in spazi riservati ad altre liste o ad altre candidature.

L’attenzione sulla questione è alta anche per evitare episodi spiacevoli come quello verificatosi in occasione delle elezioni regionali quando si verificò una colluttazione che provocò seri danni ad un attivista del M5S. Tutti i rappresentanti dei gruppi politici presenti alla riunione sono stati dunque sollecitati ad osservare le norme che disciplinano l’attività di propaganda. In particolare i presenti si sono impegnati a curare la massima diffusione tra i propri sostenitori delle disposizioni di legge in materia e ad adottare le opportune iniziative di dissuasione nei confronti dei propri collaboratori perché rispettino le indicazioni fornite.

I partiti si sono anche impegnati a fornire alla prefettura l’ elenco del personale addetto alle affissioni nonché a rimuovere dalle proprie sedi striscioni, manifesti e quant’altro sia stato eventualmente posizionato in contrasto con la normativa in materia . I sindaci di Acate, Comiso, Modica e Ragusa si sono anche impegnati ad emanare ordinanze con le quali si prevede il divieto di affissione nelle ore notturne ed iniziative per garantire la par condicio per tutte le forze politiche. Anche gli agenti della Polizia municipale vigileranno perché gli spazi elettorali assegnati siano rispettati.