Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 1134
RAGUSA - 23/05/2013
Attualità - Il simulacro sarà in visita alla chiesa dell’Ecce Homo

Ad Ibla festa San Giorgio. Ci sarà anche la banda

Dopo le polemiche per i tagli ai contributi alla Associazione musicale S. Giorgio 1892 è stato trovato un accordo Foto Corrierediragusa.it

S. Giorgio avrà la banda al seguito. La festa del patrono entra nel vivo e si risolve la questione legata all’accompagnamento musicale. Dopo le incomprensioni e le polemiche di questi ultimi giorni, a seguito dei tagli ai finanziamenti da parte del commissario straordinario, è stato raggiunto un accordo perché il complesso bandistico «S Giorgio 1892» possa accompagnare come da tradizione le processioni che si terranno venerdì, sabato e domenica, che rappresentano il cuore della festa.

L’associazione culturale musicale offrirà gratuitamente l’accompagnamento di sabato e nel contempo è stato tagliato il concerto di domenica realizzando così un risparmio del 50% sui costi rispetto alla scorsa edizione. Si entra dunque nel vivo degli appuntamenti religiosi e folkloristici già a venerdì quando il simulacro del santo cavaliere andrà in visita alla chiesa dell’Ecce Homo. Due anni fa, era toccato alla Cattedrale ricevere la visita del santo, per suggellare un’unione che trascendesse qualsiasi temporalità tra i templi di culto, il Duomo a Ibla e la Cattedrale appunto, che ospitano i due Patroni della città. Stavolta, invece, l’attenzione è stata rivolta alla chiesa del Santissimo Ecce Homo.

Venerdì pomeriggio, la santa messa delle 18 sarà animata dal gruppo Giovani e giovanissimi. Quindi, alle 19, prenderà il via la processione con il simulacro di San Giorgio e l’Arca Santa per le seguenti vie: piazza Duomo, Conte Cabrera, largo Camerina, Del Mercato, piazza Repubblica. Nella chiesa delle Anime sante del Purgatorio resterà l’Arca Santa. Il simulacro, invece, proseguirà per: corso Mazzini, via XXIV maggio, via Pezza, via Ibla, via Cav. De Stefano, corso Italia, piazza San Giovanni sino ad arrivare alla Cattedrale di San Giovanni Battista. Qui ci sarà un breve momento di preghiera e, subito dopo, la processione proseguirà per le seguenti vie: piazza San Giovanni, corso Italia, Ss. Ecce Homo sino ad arrivare nella chiesa omonima dove, sabato, il sacerdote Carmelo Leggio, già parroco dell’edificio di culto, celebrerà alle 9 la santa messa.