Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 834
RAGUSA - 08/04/2008
Attualità - Ragusa - Il recupero dell’antico immobile

Un milione e mezzo di euro
per Palazzo Castillett

Saranno ricavati 19 posti letto per studenti universitari Foto Corrierediragusa.it

Diciannove posti letto da destinare a studenti universitari saranno ricavati nel Palazzo Castillett di Ragusa Ibla (nella foto). I lavori di recupero dell´immobile, su progetto redatto dell´architetto Aldo Todaro, per la cui esecuzione la Regione ha concesso un finanziamento di un milione 430mila euro al Comune ed al Consorzio Universitario che hanno partecipato ad un apposito bando, sono stati consegnati stamane all´Associazione Temporanea d´Impresa Molè - Leone, che dovrà completare l´intervento in progetto entro il 9 ottobre 2009.

Alla consegna dei lavori sono stati presenti il Sindaco Nello Dipasquale, il Presidente del Consorzio Universitario, On.le Giuseppe Drago, il Presidente del Consiglio Comunale, Salvatore la Rosa, il Dirigente del Settore Centri Storici, Architetto Giorgio Colosi (RUP dei lavori), i titolari delle imprese Molè e Leone, i tecnici della C.G.M. Associati Studio di progettazione, rappresentanti la direzione dei lavori.

Soddisfazione viene espressa dal Sindaco Dipasquale per questo importante traguardo raggiunto che consentirà quanto prima - dichiara il primo cittadino - «di potere contare su un immobile da destinare ad alloggi per studenti universitari».

«La consegna dei lavori per il recupero di Palazzo Castillett è il frutto del grande lavoro sinergico del Comune e del Consorzio Universitario ? ha aggiunto il Presidente del Consorzio Universitario, On.le Giuseppe Drago; la realizzazione di alloggi per studenti universitari è infatti un obiettivo importante per favorire la crescita dell´università ragusana».