Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 796
RAGUSA - 03/04/2013
Attualità - Al suo posto un funzionario dello Stato che dovrà guidare l’ente verso lo scioglimento

Giovanni Scarso chiude esperienza alla Provincia

E’ stato commissario per 10 mesi. Rivendica la firma della convezione con l’Università di Catania, i lavori appaltati per la stazione passeggeri al porto di Pozzallo ed il progetto per la viabilità a supporto dello scalo aeroportuale di Comiso Foto Corrierediragusa.it

Dieci mesi da commissario. Giovanni Scarso ha chiuso la sua esperienza a palazzo di viale del fante ed ha voluto tracciare in conferenza stampa un bilancio della sua attività. L’ente sarà affidato nei prossimi giorni ad un altro commissario, stavolta sarà un funzionario dello Stato per assicurare il passaggio verso lo scioglimento dell’ente così come voluto dall’ente per le provincie in Sicilia. Scarso resterà comunque sino all’insediamento del nuovo nominato per assicurare solo l’ordinaria amministrazione. I dieci mesi di Scarso alla guida dell’ente sono stati contrassegnati in particolar modo dal taglio dei trasferimenti e dai ristretti margini di manovra.

«Eppure – ha detto Giovanni Scarso - ho deliberato la proroga dei servizi socio-assistenziali agli studenti diversamente abili per tutto il mese di aprile, ho estinto un mutuo di 240 mila euro con la Cassa Depositi e Prestiti avuto dal fondo di rotazione della progettualità per la realizzazione di lavori antisismici in un istituto scolastico per evitare il pagamento di esosi interessi. Con questo voglio dire che mi sono assunto le mie responsabilità sino all’ultimo e c’è già una bozza di bilancio pronta ad essere approvata e ci sono i mandati di pagamento pronti alle aziende che aspettano di essere pagate nel momento in cui il Governo autorizzerà di ‘sforare’ il patto di stabilità. L’anno scorso nei primi due-tre mesi sono stati pagati soldi (dovuti per l’anno precedente) alle imprese per 12 milioni di euro che di fatto hanno portato la Provincia fuori dal patto di stabilità».

Il commissario rivendica anche l firma dell’accordo transattivo con l’Università di Catania che assicurerà la presenza di Lingue a Ragusa fino al 2027 anche se ancora resta da mettere mano ad una modifica dell’assetto del Consorzio universitario.

Giovanni Scarso ha poi detto : «A parte l’Università, mi ascrivo il merito di aver sbloccato due opere pubbliche di grande rilievo per la Provincia. L’appalto, già aggiudicato, per la stazione passeggeri di Pozzallo e il progetto definitivo per la viabilità a supporto dell’aeroporto e delle altre grandi infrastrutture. Il progetto sarebbe già approvato da un mese se alla conferenza di servizi a metà febbraio a Palermo all’assessorato ai Lavori Pubblici fossero intervenuti Enac ed Enav, invece dobbiamo aspettare qualche altro giorno. Nel Dpef della Regione poi per questa opera sono previsti 30 milioni e 16 nei fondi ex Insicem: insomma è un’opera che può partire».


bravo giambattista
04/04/2013 | 15.03.08
Emanuele

Ben detto Giambattista, Scarso ha operato bene. Crocetta con l´operazione "sostituiamo il commissario" contraddice se stesso e dimostra di essere diverso da quello che vorrebbe fare credere di essere. Inoltre la legge sulle provincie, concessa ai grillini per non sentirli più (per levarseli dalle b...), è inutile e dannosa. Le provincie sono Enti dai bilancia virtuosi così come certificato dalla corte dei conti, ma siccome è stato inculcato il contrario all´opinione pubblica, adesso si vuole a tutti i costi la loro testa, non considerando che gli enti non possono sparire ma solo trasformarsi.
Mi sa che quella delle provincie è una vera e propria foglia di fico per coprire le vere vergogne che sono state commesse alla regione.


Bravo crocetta!!!!!!!!
04/04/2013 | 12.20.39
giambattista

Che senso ha quello che ha fatto Crocetta:cambiare i commmissari e per giunta Scarso che aveva dato prova di serietà e competenza nei dieci mesi di attività e che aveva già in mano la situazione dell´Ente Provincia?
La politica,per modo di dire,del Crocetta è tutto un bluff e si sta dimostrando parolaio e basta.
Ora nomina i commissari suoi pupilli,possibilmente femmine(non ho nulla contro le femmine,anzi....)o...come lui....
I commissari o "e"prima che capiscano e prendaono in mano la situazione avendone le capacità.ovviamente,verranno accantonate per dare vita all´altro pasticcio previsto,dei comprensori...e poi?Di male in peggio.
Giambattista