Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 761
RAGUSA - 28/03/2013
Attualità - Nominato dal presidente della Regione, succede al dimissionario Sandro Gambuzza

Sebastiano Gurrieri insediato alla Camera di Commercio

Apertura aeroporto Comiso ed avvio lavori Ragusa-Catania tra le priorità del commissario

Sebastiano Gurrieri si è insediato come commissario straordinario della Camera di Commercio. Guerrieri è stato nominato dal presidente della Regione, Rosario Crocetta, dopo le dimissioni di Sandro Gambuzza che lo scorso dicembre determinarono lo scioglimento di tutto il consiglio camerale. Gurrieri sarà al lavoro già dopo Pasqua perché mercoledì incontrerà le associazioni di categoria del mondo delle imprese dei diversi settori per un primo scambio di indicazioni e suggerimenti.

A seguire è convocata per giovedì 4 aprile alle ore 10,00 una conferenza stampa. Nel programma annunciato dal commissario Gurrieri alcune priorità sulle quale la Camera di Commercio non vuole dimenticare; l’apertura dell’aeroporto di Comiso e l’accelerazione delle procedure per l’appalto dei lavori della Ragusa Catania. Dice inoltre il commissario: « Il nostro territorio ha diverse articolazioni economiche e produttive che, se curate e valorizzate bene in un contesto partecipativo, possono puntare realisticamente ad un riequilibrio complessivo, in cui ad un comparto che a secondo del periodo va male può fare da compenso un altro che va meglio.

In questi giorni, ad esempio, abbiamo assistito perplessi allo scandalo della carne equina, ma anche da questo ennesimo episodio portato alla ribalta dai NAS, si può paradossalmente prendere spunto ulteriore per allargare l’area del cambiamento a favore della qualità e di ciò che questa provincia produce. E’ difficile trovare in altre province in Sicilia le nostre specificità produttive e in questa fase di transizione critica diventa ancora più indispensabile e strategico rafforzare e valorizzare la conoscenza e la cultura delle relazioni, perché la qualità torni ad essere un valore generale in grado di produrre nuove abitudini e stili di vita, capacità di immaginazione sociale e valore dell’identità».