Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 670
RAGUSA - 26/03/2013
Attualità - Il comitato chiede ai consumatori di non recarsi nei centri commerciali

No shopping a Pasquetta, le commesse si ribellano

Dng (Domenica No Grazie) rilancia la battaglia a salvaguardia delle famiglie dei dipendenti dei centri commerciali

Le commesse siciliane si ribellano all’apertura dei centri commerciali a Pasquetta. «No shopping a Pasquetta. Le feste non sono in vendita» è lo slogan lanciato da DNG (Domenica No Grazie) che raccoglie le adesioni del personale che lavora nei centri commerciali. Il coordinatore regionale, Giorgio Iabichella – rilancia dunque la lotta già intrapresa, seppur con scarsi risultati, lo scorso anno quando si registrò per la verità un notevole afflusso in tre centri commerciali che restarono aperti il Lunedì di Pasqua e poi anche a S. Stefano.

L’appello di Iabichella stavolta è più diretto ai consumatori che ai titolari ed ai dirigenti del centri commerciali: «Chiediamo ai consumatori di evitare di andare a riempire i centri commerciali. Le commesse hanno diritto di riposare e godere di una giornata di festa insieme ai loro familiari e poco conta se verrà concessa (nella migliore delle ipotesi) una giornata di riposo infrasettimanale, poiché i loro figli andranno a scuola ed i loro mariti a lavorare. Le giornate di festa come Pasquetta sono occasione di coesione familiare e sociale. Offrire alla clientela un posto dove passeggiare ci pare inopportuno e superfluo. Chiediamo anche l’aiuto della Chiesa locale per sensibilizzare i fedeli riguardo la lavoro festivo delle commesse».