Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1099
RAGUSA - 22/02/2013
Attualità - Il commissario straordinario dell’Asp 7 tranquillizza il bacino sanitario ipparino

La sanità in provincia vista da Aliquò

Genicologia e Pediatria in un solo piano. Ortopedia subirà una ristrutturazione totale e più decente. Il medico a bordo chiesto da Scuderi? C’è da valutare i costi. In Ortopedia 60 prenotazioni per interventi alla colonna vertebrale
Foto CorrierediRagusa.it

«Nessuno ha bloccato il progetto di ristrutturazione dei reparti di Ginecologia, Pediatria e Ortopedia. In questo momento al «Guzzardi» di Vittoria ci sono 4 squadre che girano per effettuare riparazioni che da 3 anni non si facevano». Angelo Aliquò, commissario straordinario all’Asp 7, sui problemi sanitari che assillano i nosocomi iblei non ci dorme e neanche ci mangia. La prima lista d’attesa d’abbattere è quella sua. Per ricevere funzionari, medici e gente comune che hanno qualcosa da dirgli, ha saltato pure il pranzo di mezzogiorno. Quando ci riceve per mettere a fuoco le problematiche che abbiamo sollevato riguardo alle sofferenze di 3 reparti del «Guzzardi», è quasi l’ora del tè. «Le assicuro- afferma il manager- che dal mese di dicembre, da quando sono arrivato in questa terra iblea che già amo, giro uffici e guardie mediche per rendermi conto personalmente delle cose che non funzionano».

Significa che lei a Ragusa dovrà rimanere a lungo.
«Lo vorrei, ma non dipende da me. Intanto giro e accorcio il lavoro, se mi mandano via pazienza, ma se resto ho accorciato tempo».

E si è reso conto che Vittoria è una delle priorità assolute e che necessita di un intervento invasivo?
«Sono perfettamente consapevole che bisogna intervenire sulla pulizia dei locali e sulla ristrutturazione dei reparti che ha citato lei. Sì, ginecologia e pediatria devono andare nello stesso piano; la sala gessi dell’ortopedia deve uscire dal blocco operatorio. La degenza ospedaliera è intollerante. Ho dato già mandato di agire senza indugiare, ma dobbiamo anche sapere affrontare l’emergenza».

Come?
«Al sesto piano dello stabile dobbiamo creare una zona cuscinetto, ovvero dove allocare provvisoriamente i pazienti durante i lavori di ristrutturazione dei 3 reparti che abbiamo citato. Appena procederemo alla gara d’appalto si potranno iniziare i lavori».

Commissario, il consigliere comunale Giuseppe Scuderi da 4 anni conduce la battaglia per avere il medico a bordo dell’ambulanza.
«Scuderi è un professionista che apprezzo per i problemi seri che mette sul tappeto, vorrei accontentarlo ma è difficile. Stiamo prendendo contatti con il «118». Io non so se ci vuole il medico a bordo, ma dobbiamo fare i conti con le risorse economiche…».

Ma nelle altre realtà ospedaliere della provincia il medico a bordo ambulanza c’è, perché per Vittoria ci sono problemi? Perché Ragusa ha 3 ambulanze, di cui una con il medico a bordo? Perché Modica ha due ambulanze di cui una con il medico a bordo? Perché Vittoria, stessi abitanti degli altri due centri, ha una sola ambulanza e senza medico a bordo?
«Perché loro hanno raggiunto l’accordo con il «118». Metto al primo posto le esigenze del malato. Il discorso del medico va visto complessivamente, guardando ai costi aziendali».

Una provincia di 300 mila abitanti, 4 ospedali, due da potenziare, due intoccabili: Comiso e Scicli, altrimenti i sindaci e i politici del territorio imbracciano i forconi.
«Io non sono per i tagli e per fare terrorismo nel territorio. Comiso e Scicli non vanno chiusi ma riempiti di prestazioni importanti per sgonfiare Modica e Vittoria dalla minutaglia che hanno. Riguardo al Pronto soccorso, sostengo che i politraumatizzati gravi debbano andare direttamente a Vittoria, Ragusa e Modica».

Liste d’attesa, vero che l’Ortopedia di Vittoria ha 60 pazienti in turno per interventi alla colonna? Come pensa di smaltire?
«E’ vero. Ed è gente di fuori che vuole venire a Vittoria perché ritiene l’Ortopedia un centro d’eccellenza. E di questo dobbiamo essere orgogliosi, Sto predisponendo incentivi per anestesisti e infermieri, proprio come abbiamo fatto per la radiologia ed ecografia con interventi radicali».

Neurologia, unica in provincia, e alcune urgenze: Stroke Unit, alzheimer, sclerosi multipla e carenza di personale. Il reparto è al collasso.
«Stiamo studiando una soluzione anche per la Neurologia».