Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 768
RAGUSA - 19/02/2013
Attualità - La decisione presa al termine di una lunga riunione con i vertici dell’Asp

Il pozzo B non riapre e l´emergenza acqua continua

Il commissario Margherita Rizza pensa ad un progetto di tre nuovi pozzi ma serve mezzo milione di euro che il comune non ha

Il pozzo B non riapre e l´emergenza acqua continua in città. Quando tutto sembrava pronto per la riapertura è arrivata la decisione dei vertici dell´Asp 7 di temporeggiare ancora perchè servono altre analisi. Lo ha confermato il direttore sanitario dell´Asp, Vito Amato, al termine di una lunga riunione avuta con il commissario straordinario Margherita Rizza, con i funzionari ed i tecnici.

Dice Vito Amato: "Ci vogliono altri esami ed altre risposte prima di dare il via definitivo alla riapertura. Quando avremo il quadro più chiaro della vicenda potremo dare il nostro parere favorevole ma al momento è prematuro. Mi preme tuttavia sottolineare che al momento l´acqua che esce dai rubinetti è perfettamente potabile ed i cittadini possono stare tranquilli".

Non è esattamente così peer quanti, e sono circa 15 mila persone, sono direttamente interessati dall´emergenza acqua perchè bisogna sempre ricorrere alle forniture di autobotti ed alle file conseguenti. Anche se, per la verità, la situazione è migliorata grazie alle risorse messe in campo.

Il commissario straordinario Margherita Rizza pensa, dal suo canto, a risolvere in via definitiva la questione acqua progettando altri tre pozzi nuovi. Il progetto c´è ma serve mezzo milione di euro che il comune non ha. Il commissario sarà a Palermo al Dipartimento regionale delle Acque per verificare quali le prospettive possibili per risolvere il caso acqua in città.