Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:29 - Lettori online 717
RAGUSA - 07/02/2013
Attualità - Il convegno promosso dall’Associazione Mogli Medici Italiani

Il difficile mondo degli affidi dei minori

Necessario che si trovi per loro un ambiente più caloroso e familiare e che vengano seguiti anche una volta terminato l’affido, per restituirli con serenità alla loro famiglia d’origine, quando questa potrà tornare a prendersene cura

Il mondo degli affidi, le sue problematiche ed i risvolti giuridici ed etici sono stati il tema del convegno promosso dall´ANMI, Associazione Mogli Medici Italiana che si è tenuto nei locali dell´Ordine dei Medici. Ad introdurre i lavori la presidente ANMI Ragusa Elisa Marino Criscione.

Sono molte le difficoltà che alcune famiglie si trovano a dover affrontare per cause diverse, specie in questo periodo di crisi socio-economica. E a farne le spese sono spesso i bambini.

«Il nostro progetto – ha detto Elisa Marino – nasce dall’esigenza di porre l’attenzione sui minori che vengono affidati ai ricoveri o agli istituti e che, una volta compiuti 18 anni, sono lasciati a se stessi mentre cercano di reinserirsi nella società. È necessario, invece, che si trovi per loro un ambiente più caloroso e familiare e che vengano seguiti anche una volta terminato l’affido, per restituirli con serenità alla loro famiglia d’origine, quando questa potrà tornare a prendersene cura».

Padre Salvatore Giaquinta, viceparroco di San Pietro Apostolo a Ragusa, ha ringraziato le organizzatrici dell’evento incoraggiandole a «proseguire in questa missione e in questo cammino di responsabilità umana e cristiana». La dirigente dei Servizi sociali e Pari opportunità del Comune di Vittoria, Francesca Pannuzzo, ha introdotto il lavoro della sociologa Elena Pirillo, che ha fatto entrare nel vivo i lavori del convegno.