Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 894
RAGUSA - 05/02/2013
Attualità - Se ne è discusso in sede di riunione alla Provincia. Incontro a Palermo

Metropolitana di superficie a Ragusa: arriva un progetto

La rete ferroviaria può essere messa a servizio degli studenti pendolari e dell’intera mobilità in provincia

Che fare della ferrovia in provincia? Una infrastruttura praticamente non utilizzata ma che avrebbe grandi risorse per risolvere i problemi di mobilità in una provincia piccola ma con problemi di collegamento. Trenitalia vuole chiudere lke stazioni lungo la Siracusa Gela ed in particolare in provincia per cui bisogna correre subito ai ripari. Un incontro con l’assessore regionale alle Infrastrutture Antonino Bartolotta è il primo risultato della riunione del comitato della mobilità della provincia di Ragusa che si è tenuto su iniziativa del commissario straordinario della Provincia Giovanni Scarso ed allargata alla deputazione regionale (erano presenti Nello Dipasquale e Vanessa Ferreri).

All’ordine del giorno diverse questioni: la ricerca di una soluzione per il trasporto degli studenti pendolari attraverso la sinergia treno-bus; il blocco della soppressione delle stazioni lungo la linea Siracusa-.Ragusa-Gela con conseguente allungamento degli incroci che appare come un intervento in controtendenza rispetto ad un possibile potenziamento del traffico ferroviario, nonché per discutere dell’avvio delle procedure per la metropolitana di superficie nella tratta che riguarda la cintura urbana di Ragusa e discutere la soppressione dei passaggi a livello siti agli ingressi della città di Vittoria.

«Realizzare la metropolitana di superficie – dichiara Pippo Gurrieri del Cub Trasporti – significa sfruttare i 17 chilometri di binari già all’interno della fascia urbana di Ragusa realizzando delle semplici pensiline d’attesa nelle varie fermate, compresa quella che verrebbe a trovarsi di fronte al nuovo monoblocco ospedaliero di contrada Cisternazzi. Questo riutilizzo immediato in metropolitana, oltre ai notevoli vantaggi sul traffico e l’ambiente, servirebbe ad ancorare definitivamente la ferrovia al territorio».

Affrontate le questioni sul tappeto, il parlamentare regionale Nello Dipasquale in corso di riunione ha avuto un’interlocuzione per le vie brevi con l’assessore regionale Bartolotta, concordando un possibile incontro per giovedì 14 .
In previsione di quest’incontro è stato deciso di predisporre delle schede tecniche da parte del comitato di mobilità sulla piattaforma da sottoporre al rappresentante del governo regionale.


pista ciclabile
15/02/2013 | 13.15.01
marsarel

Trasformare in pista ciclabile! il paesaggio e´ stupendo, passa su ponti, vallate, gallerie ecc
Verrebbero turisti secondo me


riciclata
06/02/2013 | 8.45.39
Antonio

Ha almeno 20 anni questa idea, ai tempi del sindaco Chessari si parlava di mobilità alternativa, con diversi progetti ed idee presentati. Bisogna lavorare su cose concrete non perdere tempo su cose irrealizzabili, tanto per far parlare di se. In questi tempi in cui gia grosse infrastrutture gia cantierate con grossi investimenti possono essere anche bloccate (vedi ferrovia Arcisate- Stabio) etc., si puo pensare di proporre progetti che se va bene tra 30 anni saranno realizzati!! Bisogna parlare alla gente di cose concrete, lavoro, sviluppo, innovazione.