Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 679
RAGUSA - 04/02/2013
Attualità - Rifornimenti in alcuni distributori di carburante di Ragusa e Modica con esiti disastrosi

Gasolio con catrame e benzina annacquata

Gli sconti degli ultimi mesi pare abbiano comportato in molti casi un ‘inquinamento’ del carburante
Foto CorrierediRagusa.it

Pezzetti di catrame, tracce di acqua e vari residui di sporcizia (nella foto a lato ben visibili nel gasolio spurgato da un auto appena riparata in un´autofficina di Ragusa). Gli automobilisti di Ragusa e provincia hanno iniziato il 2013 nelle varie officine del territorio con uno spiacevole quanto paradossale problema. Il diesel, e in alcuni casi la benzina, è risultato infatti devastante per le vetture: gli sconti appetibili degli ultimi mesi pare abbiano comportato in molti casi un ‘inquinamento’ del gasolio, a volte per la scarsa qualità del prodotto, in altre addirittura per l’aggiunta di acqua.

Sono molti gli episodi che si stanno verificando nei vari comuni della provincia iblea tanto da non poter addossare le responsabilità a un solo ed unico distributore di benzina . Siamo stati infatti contattati da diverse persone, tutte accomunate dallo stesso problema. «La macchina si spegneva in continuazione – racconta una libera professionista di Comiso – e segnalava un guasto al motore. Mi sono recata in un’officina autorizzata della città casmenea e mi hanno comunicato che nella vettura c’era del diesel sporco.

Mi hanno fatto vedere quello che hanno rinvenuto, ossia delle vere e proprie piccole masse di catrame. Oltre all’intervento che ho dovuto effettuare nell’immediato – ha aggiunto - mi hanno anche consigliato di aggiungere del liquido che, introdotto nel serbatoio del carburante e miscelandosi con la benzina, pulisce a fondo e disincrosta tutti i passaggi interni dell’auto». Il costo della riparazione, in questo caso, è stato molto contenuto, a rispetto di quello che invece ha dovuto sostenere un giovane di Modica. Ben più grave, infatti, è stato il danno nella sua vettura: ci sono voluti circa 230 euro per ripristinare il guasto causato dal gasolio taroccato, come dimostra la stessa fattura (nella foto sotto).

«Sono stato costretto a portare la macchina in officina – racconta – visto che non partiva praticamente più. Lì, la ‘bella’ sorpresa: il meccanico mi ha fatto vedere i residui che avevano trovato nel serbatoio della benzina addossando la colpa al diesel che avevo inserito. A parte pochi euro serviti per la sostituzione di una lampadina che figurano in fattura, più di 200 euro sono stati necessari per lo smontaggio del serbatoio, la pulizia, il rimpiazzo del filtro e l’utilizzo di un liquido protettivo, naturalmente, come ha sostenuto lo stesso meccanico, a causa del gasolio che in questi mesi avevo comprato perlopiù presso un noto distributore modicano».

È stato uno dei responsabili di una grande autofficina di Ragusa a rivelarci che il numero di guasti relativo a tale questione è stato veramente rilevante negli ultimi mesi. Ma anche un meccanico esperto di Modica ci ha confermato il preoccupante aumento di questi episodi. Sia nei casi sopraelencati, sia in tutte le altre segnalazioni che ci sono arrivate – c’è stato addirittura chi da pagato ben 800 euro di riparazione per la presenza di acqua nel diesel – tutti gli automobilisti affermano di essersi recati a fare rifornimento, giustamente, nei distributori più economici, aspettando in molti casi le offerte del fine settimana. «Magari ho risparmiato 10 euro, in questi mesi, per aver scelto i distributori di benzina con il prezzo più basso – ha raccontato una donna di Modica che ha sborsato quasi 1000 euro per la riparazione - ma così ne ho spesi parecchi in più». Oltre al danno, quindi, la beffa.

La "salata" fattura dal meccanico per i danni causati dal gasolio "taroccato"

DENUNCIA
07/02/2013 | 19.36.01
Salvo

Vorrei capire se questi gestori sono stati denunciati? e le cosidette competenti autorità si siano attivate .
....vuoi vedere che la colpa e della pioggia che si è infiltrata di nascosto nei serbatoi dei distributori???


La colpa
04/02/2013 | 7.38.01
Enzo vispo

Ma la colpa di chi è, non certo del povero Cristo che tenta risparmiare qualche euro con il carburante che ha prezzi proibitivi che non dipendono dal costo del petrolio. Un comportamento fraudolento, truffa oltre al da no materiale. Se ogni qualche controllo si facesse da parte degli organismi preposti, non sarebbe poi male. Magari poi con qualche pena esemplare tipo esporre obbligatoriamente " in questo rifornimento si vende carburante annacquato" bello grande e leggibile. Comunque i costi per le macchi e con motore diesel sono ben maggiori perchè in alcune viene compromessa anche la pompa