Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1459
RAGUSA - 29/01/2013
Attualità - L’incontro è stato promosso dal prefetto dopo lo smantellamento del presidio

Indigenti in Prefettura, si cerca un accordo

Fissati i criteri per individuare i più bisognosi e le cooperative di tipo B cui affidare alcuni servizi comunali

Gli ex sussidiati sono stati ricevuti dal prefetto, Annunziato Vardè. Era questa la richiesta avanzata da quanti hanno protestato per un mese davanti al comune per reclamare un posto di lavoro. Lo smantellamento della tenda e del presidio è stato accettato proprio per la disponibilità del prefetto Vardè che ha svolto una attività di mediazione tra le istanze degli «indigenti» e la posizione del Commissario Straordinario del Comune, al fine di individuare le possibili soluzioni atte a fornire una risposta concreta ai bisogni sociali evidenziati. All’incontro hanno partecipato anche il Commissario Straordinario del Comune di Ragusa, il segretario della Camera del lavoro di Ragusa ed il segretario della Filcams CGIL.

L’incontro è servito per capire come individuare le persone maggiormente bisognose, e le cooperative di tipo B a cui affidare l’esecuzione di servizi comunali con l’impiego di soggetti svantaggiati, in modo da favorire la più ampia partecipazione e di velocizzare l’iter procedurale, in considerazione della situazione di estremo bisogno in cui versano gli interessati. La riunione è stata comunque aggiornata alla prossima settimana per passare alla fase operativa.