Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 586
RAGUSA - 28/03/2008
Attualità - Ragusa - L’ente gestisce il servizio rilevato dalla Lumina

Lampade votive: 24 euro annue
al Comune. Più gli arretrati

Per il 2007 gli utenti dovranno pagare anche 10 euro una tantum Foto Corrierediragusa.it

Costano 34 euro le lampade votive ai ragusani, almeno per quest´anno.
Il servizio di illuminazione votiva dei Cimiteri dal 1° gennaio 2007 è difatti gestito direttamente dal Comune e pertanto, da tale data, gli utenti del servizio non pagano più il canone alla ditta Lumina.

La Giunta Municipale con apposito provvedimento ha ora determinato, nelle more del nuovo affidamento all’esterno della gestione del servizio, la misura del canone che gli utenti dovranno corrispondere al Comune per gli anni 2007 e 2008.

Per il 2007, tenuto conto che il servizio si è svolto in maniera discontinua a seguito dei numerosi guasti verificatisi negli impianti nella fase di passaggio, il canone è stato stabilito in maniera da recuperare solo le spese di fornitura di energia elettrica e quelle effettivamente sostenute per le riparazioni. A carico di ciascuna lampada votiva il canone è stato pertanto stabilito in 10 euro.

Per l’anno in corso invece, dal momento che l’impianto è stato del tutto ripristinato, il canone è stato stabilito nella stessa misura che veniva corrisposta alla Ditta che gestiva il servizio e precisamente nella misura 24 euro per lampada votiva.

Gli utenti dovranno provvedere al pagamento mediante bollettino postale sul conto corrente n. 11395977 intestato al Comune di Ragusa.

I bollettini saranno reperibili anche negli uffici comunali nei Cimiteri di Ragusa, Ragusa Ibla e Marina di Ragusa.

La fotocopia della ricevuta di pagamento dovrà essere consegnata ai suddetti Uffici.