Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1506
RAGUSA - 03/01/2013
Attualità - Molti negozi avevano già iniziato gli sconti nel periodo natalizio

Consumatori cauti, non c´è ressa nei negozi

Secondo la Confcommercio regionale ogni famiglia spenderà tra i 200 ed i 300 euro Foto Corrierediragusa.it

Niente file nei centri commerciali e nei negozi per l’avvio ufficiale dei saldi. E’ stato un inizio sottotono e la Confcommercio regionale ha registrato un calo del 30 per cento delle presenze in stores e centri commerciali, con punte che sfiorano il 50 per cento in alcune zone dell´isola, e stima una spesa media di circa 200-300 euro a famiglia.

L’impatto dei saldi è stato depotenziato quest’anno con l’anticipo di molti negozi già prima della conclusione delle feste tanto che sulle vetrine si poteva leggere in modo chiaro l’avvio degli sconti. Se a questo aggiungiamo la scarsa capacità di spesa di ogni famiglia il quadro si completa e non è per nulla confortante per i commercianti e per tutta l’economia in generale. Si calcola infatti che ogni famiglia spenderà in media 359 euro per l´acquisto di capi d´abbigliamento ed accessori, per un valore complessivo di 5,6 miliardi, pari al 18 per cento del fatturato. L´Ufficio Studi di Confcommercio calcola che saranno 15,8 milioni le famiglie italiane, su un totale di 25,5 milioni, che approfitteranno dei saldi.