Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 882
RAGUSA - 17/12/2012
Attualità - Nell’ambito del progetto "Pago chi non paga" promosso dalla Federazione Associazioni Antiracket

Passeggiata "antiracket" nel centro storico

Il prefetto e tutte le massime autorità istituzionali della provincia hanno preso parte all’inizaitiva Foto Corrierediragusa.it

Passeggiata «antiracket» per le vie del centro storico. Vi hanno preso parte i rappresentanti del (Federazione Associazioni Antiracket ed Antiusura Italiane insieme ai massimi rappresentanti istituzionali della provincia. In testa al gruppo il Prefetto, Annunziato Vardè, insieme al Questore, al Comandante Provinciale dei Carabinieri, al Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, ai Commissari straordinari della Provincia e del Comune di Ragusa, oltre ai rappresentanti della FAI e del Coordinamento delle Associazioni Antiracket. La manifestazione è ricompresa nel progetto, inserito nel PON Sicurezza per lo sviluppo, «Rete di consumo critico, pago chi non paga».

I rappresentanti del FAI hanno incontrato numerosi titolari di esercizi commerciali spiegando loro il fine della iniziativa ed invitandoli a non cedere al ricatto degli estortori. L’iniziativa ha avuto anche l’obiettivo di promuovere il cosiddetto «consumo critico» ossia gli acquisti consapevoli in negozi che non pagano il pizzo, garantendo al consumatore che il suo denaro non finanzierà le organizzazioni mafiose. Analoghe manifestazioni finalizzate a trasmettere un forte messaggio di legalità anche per favorire la costituzione di altre associazioni antiracket nel territorio provinciale, si svolgeranno nei prossimi giorni a Modica, Scicli e Pozzallo.