Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1087
RAGUSA - 24/11/2012
Attualità - Istituti chiusi per la giornata di protesta del mondo della scuola

In piazza per una scuola migliore

Manifestazioni in tutte le città siciliane. A Ragusa lungo corteo da via Zama a piazza S. Giovanni
Foto CorrierediRagusa.it

Tutti in piazza a chiedere una scuola pubblica migliore e risorse per l’istruzione. La giornata di protesta del mondo della scuola ha toccato punte mai registrate finora con astensioni fino all’80 per cento nei centri più importanti della regione. A Palermo e Catania i cortei hanno bloccato il centro ed agli studenti si sono affiancati anche i docenti.

A Ragusa la protesta ha coinvolto scuole primarie e secondarie. Una lunga fila di bambini haa issato cartelli ed ha partecipato al serpentone che si è mosso da piazza Zama, ha proseguito per piazza Libertà ed è finito con il concentramento in piazza S. Giovanni. Qui tra musica e balli i discorsi dei rappresentanti di istituto delle scuole superiori della città. In piazza anche tanti docenti che hanno aderito alla protesta contro i tagli del governo, il ridimensionamento drastico del personale e delle risorse.

E’ stata una giornata coinvolgente anche a Modica dove un lungo corteo si è formato al piazzale Baden Powell ed è confluito in piazza Matteotti (nella foto). Anche qui numerosi interventi tra cui quello del segretario generale della Cgil, Giovanni Avola che ha chiuso la giornata. Il mondo della scuola resta in fermento ed i il coordinamento degli studenti annuncia altre mobilitazioni i mancanza di risposte concrete da parte del governo.