Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 387
RAGUSA - 14/11/2012
Attualità - Presenti molti precari al mercato rionale di contrada Selvaggio

Sciopero di 4 ore Cgil contro austerity

L’astensione dal lavoro promossa dalla CGIL è stata organizzata di concerto con la confederazione Europea dei Sindacati, (in molte città d’Europa e d’Italia si sono svolte diverse manifestazioni) «Per il Lavoro e la Solidarietà e un No all’Austerità» Foto Corrierediragusa.it

Un’intensa azione di volantinaggio e la partecipazione numerosa di diverse categorie (precari e dipendenti della sanità, dipendenti degli enti locali, disoccupati e pensionati) hanno dato vita allo sciopero generale nazionale di quattro ore, 9-13, con un presidio che si è svolto in contrada Selvaggio all’ingresso dell’area del mercato settimanale.

Agli ingressi dell’area sono stati consegnati, dai partecipanti allo sciopero, centinaia di volantini, con le motivazioni della protesta, a quanti si sono recati a fare la spesa. I precari dell’Asp hanno poi distribuito un volantino per reclamare uno stato sociale degno dei tempi moderni e il riconoscimento del diritto al lavoro

L’astensione dal lavoro promossa dalla CGIL è stata organizzata di concerto con la confederazione Europea dei Sindacati, (in molte città d’Europa e d’Italia si sono svolte diverse manifestazioni) «Per il Lavoro e la Solidarietà e un No all’Austerità» perchè l´austerità non funziona ed è necessario un cambio di rotta per ridare impulso al lavoro e per ristabilire la giustizia sociale e la solidarietà tra i paesi.

A pagare a caro prezzo i costi della crisi e le conseguenze delle politiche di austerità sono proprio i lavoratori e le lavoratrici, mentre «il mondo della finanza e gli speculatori continuano a prosperare» denuncia la CES che, sottolinea come in Europa 25milioni di persone non hanno un´occupazione e che, in alcuni paesi, il tasso di disoccupazione giovanile supera il 50%.

Dice il segretario generale Cgil di Ragusa, Giovanni Avola: "Chiediamo un cambiamento di rotta che si può sintetizzare nella scelta di una governance che determini la crescita, una politica che imponga una tassa sulle transazioni finanziarie per favorire le politiche di investimento, lotta alla frode e all’evasione fiscale. In questo modo favoriremo l’occupazione, soprattutto giovanile e il rispetto dei diritti sociali e sindacali fondamentali.»