Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1050
RAGUSA - 10/11/2012
Attualità - Non c’è stata violazione di legge. Parla l’allora assessore provinciale Enzo Cavallo

Archiviato procedimento gestione fondi ex Insicem

"Una esperienza – ha dichiarato Enzo Cavallo - che, certamente, avrei preferito non fare ma che ho affrontato, sin dal primo momento, con grande fiducia anche se, molto onestamente, mi ha pesato" Foto Corrierediragusa.it

Gestione fondi ex Insicem: a due anni dall´avvio dell´inchiesta, adesso il procedimento è stato archiviato. Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Ragusa, su richiesta della Procura della Repubblica, ha difatti proceduto all´archiviazione del caso «perché non c’è stata alcuna violazione di legge». Il procedimento era stato avviato nel luglio 2010 con l’indagine della Guardia di Finanza avente per oggetto l’accesso delle imprese ai Fondi ex Insicem, di cui alla misura strategica numero 5 del relativo piano di utilizzo.

La questione riguardava, tra gli altri, Enzo Cavallo (foto), allora assessore provinciale allo sviluppo economico e presidente dell’ «organismo di garanzia» che sovraintendeva alla gestione dei fondi in parola, ed i componenti dello stesso organismo Salvatore Piazza (già Direttore e Segretario Generale della provincia regionale), Giorgio Ragusa e Rosario Di Bennardo (per la Camera di Commercio), Nino Frasca Caccia ed Antonio Calabrese (nella loro qualità di assessori del Comune di Modica), Rosario Canzonieri (per le Organizzazioni datoriali delle imprese) e Giorgio Bandiera (della Uil in rappresentanza dei Sindacati. Ha riguardato inoltre il direttore generale della Banca Agricola Popolare di Ragusa, Salvatore Inghilterra, e l’allora direttore della Banca di Credito Cooperativo della Contea di Modica.

«Una esperienza – ha dichiarato Enzo Cavallo - che, certamente, avrei preferito non fare ma che ho affrontato, sin dal primo momento, con grande fiducia anche se, molto onestamente, mi ha pesato parecchio.

L’esito comunque legittima la serenità della mia coscienza in merito all’operato mio e dei componenti l’organismo di garanzia che ha gestito, anche se solo in parte, il primo bando per l’assegnazione alle imprese dei fondi ex Insicem. La notizia mi restituisce, dopo ventotto mesi, quella tranquillità da me ritenuta indispensabile per proseguire non solo l’attività di assessore ma anche di soggetto impegnato in politica.

Da Cristiano ho sempre creduto che dopo ogni tenebra arriva sempre la luce. Mi auguro – ha concluso Cavallo - che il tutto, ora, concorra favorevolmente alla accelerazione delle procedure per l’ utilizzo delle somme rimaste non spese e che, oggi più che mai per l’incidenza della crisi, potrebbero concorrere a risollevare le imprese che possono accedervi».