Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 471
RAGUSA - 11/10/2012
Attualità - I lavori realizzati grazie ad un finanziamento della Cei di 240mila euro

Cattedrale S. Giovanni si rifà il look, serve la cancellata

Il sagrato è teatro di scorribande soprattutto nelle ore notturne ed i controlli non bastano
Foto CorrierediRagusa.it

La cattedrale di S. Giovanni (nella foto) si rifà il look. E’ stato infatti aperto il cantiere per la sistemazione della facciata e degli spazi attorno alla chiesa compreso il loggiato. In questi giorni tutta l’area è stata transennata e le maestranze cominceranno il lavoro che si protrarrà per otto mesi anche se non comporteranno particolari problemi per la fruizione della chiesa. Ci saranno solo disagi ed il direttore dei lavori ha assicurato che questi saranno limitati al minimo per i fedeli ed i visitatori.

I lavori sono stati finanziati con un fondo della Cei di 240 mila euro cui andranno ad aggiungersi altri 30 mila euro messi a disposizione dal comune. La cattedrale di S. Giovanni, inserita tra i Beni patrimonio dell’Unesco sarà sottoposta ad un recupero della facciata ed in particolare del primo ordine.

E’ questa infatti la parte più danneggiata da azioni di vandalismo con incisioni sulla pietra e scritte. Si tratta di numerosi «messaggi» lasciati dai vandali soprattutto vicino ai portoni di ingresso che deturpano la chiesa. Danneggiati anche statue e fregi sul sagrato visto che lo spazio viene continuamente utilizzato, soprattutto nelle ore notturne, come campo da calcio. Nonostante un’ordinanza sindacale che vieta di giocare nelle ore notturne sul sagrato succede di tutto ed i risultati si vedono.

Da qui la richiesta del parroco, Don Carmelo Tidona, di realizzare una cancellata in ferro, sul modello della chiesa di S. Giorgio ad Ibla, che possa chiudere gli spazi esterni della cattedrale e preservarne lo stato. Nonostante le ordinanze ed i controlli delle Forze dell’ordine, infatti, non si riesce ad arginare il fenomeno sempre più diffuso di utilizzare il sagrato come spazio per giocare. Il comune ha stanziato 30 mila euro per la cancellata ma si tratta di una somma irrisoria visto che il perimetro della chiesa è molto ampio. Con il finanziamento della Cei si interverrà dunque, oltre che sulla facciata, sull’illuminazione interna con un moderno e funzionale impianto a led. Saranno anche sistemati i locali interni.