Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1591
RAGUSA - 18/09/2012
Attualità - Il prefetto Giovanna Cagliostro ha convocato Anas, Cas e commissario della Provincia

Per i lotti della Sr - Gela parere Anas entro settembre

Questo sembra essere infatti lo snodo decisivo per arrivare all’approvazione del progetto esecutivo dell’opera, anticamera della pubblicazione del bando di gara Foto Corrierediragusa.it

Tutti attorno ad un tavolo per capire dove sta l’intoppo e soprattutto per superarlo. Alla fine tutti soddisfatti e convinti che la strada verso la definizione del progetto esecutivo dei tre lotti della Siracusa Gela sia ormai in discesa. Il prefetto Giovanna Cagliostro ha prima convocato e poi presieduto il tavolo tecnico al quale hanno seduto i rappresentanti della sede centrale dell’Anas, il direttore generale del Cas, Consorzio Autostrade siciliane, ed il commissario straordinario della provincia, Giovanni Scarso.

L’incontro è servito a capire lo stato dell’arte dei tre lotti, 6,7,8, che da Rosolini dovranno toccare Modica lungo un tracciato che il progetto prevede di poco più di 18 km. La questione dei ritardi dell’Anas è stata posta nel corso dell’estate da Nino Minardo, Pdl, che ha lamentato le lungaggini dell’azienda nel fornire i pareri tecnici utili per varare il progetto esecutivo messo a punto dagli uffici tecnici del Cas.

Grazie all´opera di mediazione del prefetto I funzionari dell’Anas hanno assunto l’impegno di sbloccare per la loro parte l’iter dell’approvazione e si sono impegnati a fornire entro la fine del mese il parere mancante. Questo sembra essere infatti lo snodo decisivo per arrivare all’approvazione del progetto esecutivo dell’opera, anticamera della pubblicazione del bando di gara.

Davanti al prefetto Cagliostro i rappresentanti di Anas e Cas hanno trovato una interlocuzione diretta e non mediata e si sono impegnati a rivedersi, sempre grazie alla convocazione di una riunione da tenersi in prefettura, per chiudere in modo definitivo una vicenda che insieme a quella dell’aeroporto di Comiso e della Ragusa – Catania costringe la provincia alla marginalità. Nel caso specifico il parere tecnico dell’Anas sul progetto redatto dal Cas avrebbe dovuto essere quasi una formalità ma evidentemente, ad oltre due mesi di distanza dalla consegna degli incartamenti così non è stato.

I tre progetti sono tecnicamente pronti e soprattutto finanziati grazie a fondi comunitari, nazionali e regionali. Il finanziamento europeo ha sbloccato in modo decisivo la strada verso l’appalto anche se nel frattempo si è verificato un ulteriore intoppo, tutto italiano, difficile da capire e soprattutto giustificare tra due enti che sono chiamati a costruire strade ed infrastrutture e non a bloccarle. L’Ue infatti ha destinato 196,8 milioni di euro per i tre lotti che coprono i 19,8 km da costruire in aggiunta ai 40 km già in esercizio.

I fondi sono stati prelevati dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, FESR, costituito proprio per sostenere lo sviluppo delle aree meno avanzate di tutta l’Europa ed in particolare della fascia sud come Italia e Spagna.
Il costo complessivo dell’opera è di 339 milioni di euro e per la parte non coperta dall’Unione Europea è stato finanziato con i fondi FAS destinati alla Sicilia dal governo nazionale per il periodo 2007 – 2013.


appalto nuovi lotti SR[_]GELA
27/09/2012 | 20.39.32
anonimo

Ma perchè questi ritardi? Dipendono forse da quei signori del CAS? Se sì, dove sono i nostri "amati" rappresentanti locali e non per battere un colpo, ed minacciare di licenziamenti o denunzie eventuali neghittosi per i (forse) colpevoli ritardi, o peggio omissioni? Dunque signori amministratori locali e politici dei versanti ibleo e nisseno interessati, SVEGLIA! Siamo stanchi di certe insopportabili neghittosità!


Autocosa?
20/09/2012 | 22.14.02
Gianni

mi auguro che le faranno meglio dei lotti Avola - Noto - Rosolini, altrimenti potranno usufruirne solo le Jeep ed i Quad! Ma dopo 40 anni di gnam gnam, volete farle bene queste strade?!?!