Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 896
RAGUSA - 27/07/2012
Attualità - Fu approvato dalla giunta in aprile del 2008 e dal consiglio comunale nel 2010

Centri storici Ragusa, dopo 30 anni approvato il Ppe

Lo strumento urbanistico è stato infatti approvato dal Comitato regionale per l’urbanistica regionale Foto Corrierediragusa.it

Ci sono voluti 30 anni ma il piano particolareggiato esecutivo dei centri storici ora c‘è. Lo strumento urbanistico è stato infatti approvato dal Comitato regionale per l’urbanistica regionale, Cru, dopo l’accelerazione data alla pratica dall’amministrazione Dipasquale nel 2008. Fu infatti il 4 aprile di quell’anno che la Giunta approvò il piano per poi passare all’approvazione del consiglio comunale nel luglio di due anni fa, votato all’unanimità in aula.

L’approvazione del Ppe vuol dire la possibilità di intervenire nel centro storico in un’area che parte da Ibla (nella foto) ed arriva ai Salesiani, in corso Italia, allargandosi a via Carducci, fino all’angolo con via Archimede per arrivare fino a via Risorgimento. Il Ppe detta norme e prescrizioni in fatto di interventi di ristrutturazione, modifiche edilizie, ma anche in fatto di viabilità e propone anche aree a parcheggio. E’ prevista anche la nuova circonvallazione di Ibla e la mobilità verticale con ascensori e scale nobili tra le due parti della città. E’ stato insomma steso il futuro della città storica ed i residenti così come li amministratori dovranno attenersi alle norme dettate dal piano. E’ la fine di interventi a casaccio, dettati da urgenza ed approssimazione.

Sono previsti infatti criteri ben precisi per il restauro, il risanamento conservativo, la demolizione e la ricostruzione in stile. Il piano è stato curato dall’Ufficio comunale del centro storico diretto da Giorgio Colosi ed è diviso in tre aree. «E’ un risultato storico – dice il sindaco Nello Dipasquale - Attendiamo di conoscere i dettagli dell’approvazione ma sappiamo già che l’impostazione data dall’amministrazione è stata rispettata e fatta salva a dimostrazione del fatto che avevamo elaborato uno strumento approvabile redatto con molta attenzione e senza superficialità. Grazie soprattutto ai tecnici che ci hanno lavorato».