Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1077
RAGUSA - 26/07/2012
Attualità - Il commissario straordinario Scarso ha approvato lo strumento finanziario

Spesa contenuta nel bilancio di previsione 2012 approvato

Anche sul versante delle entrate, la manovra di bilancio ha tenuto conto delle scelte in gran parte operate dall’Amministrazione uscente nei primi cinque mesi di gestione

Un bilancio di previsione all’insegna del contenimento della spesa, senza penalizzare la qualità dei servizi. Queste le linee guida con cui il Commissario Straordinario Giovanni Scarso, con i poteri del Consiglio Provinciale, ha approvato lo strumento di previsione 2012.

Un bilancio ‘tecnico’ dove sono state operate drastiche scelte, come accennato, di contenimento della spesa, mantenendo, nel contempo, la funzionalità e l’efficienza degli uffici e dei servizi di competenza dell’Ente, a cominciare dall’assistenza agli studenti diversamente abili delle scuole di istruzione secondaria. Nella predisposizione del bilancio si è operato tenendo conto delle scelte compiute dalla precedente Amministrazione Provinciale nell’esercizio provvisorio, mantenendo la continuità delle decisioni strategiche in materia di programma di opere pubbliche, rendendo però ancor più pregnante il programma di valorizzazione e alienazione del patrimonio immobiliare dell’Ente.

Anche sul versante delle entrate, la manovra di bilancio ha tenuto conto delle scelte in gran parte operate dall’Amministrazione uscente nei primi cinque mesi di gestione. Il bilancio ha previsto forti misure di razionalizzazione della spesa, come ad esempio la forte riduzione dei costi per la telefonia e le locazioni passive, nonché la dismissione di alcune auto di rappresentanza. Tutti accorgimenti che hanno consentito di affrontare le criticità finanziarie discendenti dalle riduzioni dei trasferimenti statali e regionali che ammontano a più di 5 milioni di euro. Solo le manovre finanziarie dello Stato hanno portato ad un taglio di 4 milioni e 131 mila euro.