Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1030
RAGUSA - 04/07/2012
Attualità - Modi di informare il turistica in Sicilia

Informare senza informarsi è cattiva promozione

Come farà il turista a raggiungere il Donnafugata Golf Resort? Ci andrà da Sampieri o da Santa Croce Camerina?

Sfogliando il numero «Estate siciliana» della rivista «Turismo in Sicilia», organo ufficiale dell’URAS-FEDERALBERGHI SICILIA, mi sono trovato a leggere un servizio di Sara Rossi dal titolo «Passione per il golf-Lusso del relax», dedicato alla megastruttura golfistica Donnafugata Golf Resort & Spa nato da poco più di un anno in provincia di Ragusa. La giornalista tratta con competenza l’argomento, ricco di immagini accattivanti e promozionali, ma ciò nonostante non rende un buon servizio alla comunità iblea perché il pezzo sembra, come dire, «telefonato» e non vissuto. Pare più redazionale che un servizio giornalistico. E’ pieno di contraddizioni e di incongruenze, fuorvianti per il probabile cliente, laddove, per esempio, si legge: «a breve distanza dal Donnafugata Resort, le vicine spiagge di Marina di Ragusa, Sampieri, Santa Croce Camerina e Punta Secca svelano un fascino esotico che incanta inevitabilmente il visitatore».

Affermazioni che indicano una mancata conoscenza dei luoghi di cui si parla: Punta Secca è la spiaggia di Santa Croce Camerina, che invece è un comune senza spiaggia; ok per Marina di Ragusa, ma volendo allargare il raggio d’azione da proporre al turista non ci si piomba su Sampieri, saltando a pie’ pari spiagge stupende come quelle di Plaja Grande, Donnalucata e Cava d’Aliga, che si incontrano prima di Sampieri; e ancora, l’Autrice del servizio dovrebbe sapere che ad un tiro di schioppo dal Donnafugata Resort esiste il Museo di Camarina, oltre che tutto uno splendido litorale che a partire da Scoglitti arriva fino a Gela, e non è una novità visto che gli antichi Greci vi fondarono la colonia di Camarina, appunto, e poche centinaia di metri più in là, a Scoglitti, riuscirono a sbarcare anche gli Americani sessantanove anni fa con la 45esima divisione; e infine, quando si consigliano «opportunità di escursioni alla scoperta di Noto, Modica, Ragusa Ibla» sarebbe opportuno almeno dare un’occhiata ai siti Unesco, così, per scrupolo di coscienza, per accorgersi che fra essi c’è anche Scicli, magnificata dalla serie televisiva dedicata al Montalbano di Camilleri.

Non si può, poi, che restare basiti quando si scrive: «è ormai certo che per la fine dell’anno sarà operativo l’aeroporto civile di Comiso che dista poco più di 15 minuti dal resort, con una pista su cui potrebbero atterrare anche i Jumbo. Il Donnafugata Golf Resort & Spa sarà il resort golfistico con il più vicino aeroporto internazionale». Ogni commento è superfluo! Sorge il dubbio che l’Autrice non si sia neanche preoccupata di informarsi con il presidente provinciale di Federalbergi, lo stimato Rosario Dibennardo, che fra l’altro è presidente della Soaco, cioè la Società di gestione dell’aeroporto di Comiso.