Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 636
RAGUSA - 27/06/2012
Attualità - Completata la documentazione per il collaudo dello scalo affidato all’Enav di Napoli

Aeroporto Comiso: convocazione al Ministero

La parola finale spetta al Ministero dell’Economia che dovrà dire se è intenzionato o meno a garantire il costo dei servizi per potere operare nello scalo
Foto CorrierediRagusa.it

Sarà la volta buona? Il completamento della documentazione per il collaudo dello scalo e la riunione fissata a Roma sono due passi importanti verso l’apertura dell’aeroporto La direzione generale per gli aeroporti ed il trasporto aereo del ministero delle Infrastrutture ha infatti convocato un vertice a Roma per mercoledì 4 luglio. All’ordine del giorno l’esame dello schema di convenzione per i servizi di navigazione aerea da assicurare allo scalo di Comiso.

Alla riunione sono stati convocati tutti i vertici degli enti e delle istituzioni responsabili come la presidenza della Regione, il Comune di Comiso, l’Enac, l’Enav, i rappresentanti del Ministero dell’Economia, il Prefetto di Ragusa che ha promosso già due riunioni per fare il punto sull’iter che dovrà portare all’apertura dell’aeroporto di Comiso.

La parola finale spetta al Ministero dell’Economia che dovrà dire se è intenzionato o meno a garantire il costo dei servizi per potere operare nello scalo. La riunione convocata tra una settimana sembra proprio la sede giusta per chiarire una volta per tutte se esiste l’intenzione di aprire lo scalo o se il suo destino è legato ad altri percorsi, al momento difficili da individuare. Servono in particolare le risorse da destinare all’assistenza al volo. Psr il momento sono garantiti solo i primi due anni.

Il Ministero ha programmato di inserire Comiso nell’accordo di programma 2013 – 2014 che destina fondi anche a Comiso. Altro momento importante è stata la riunione tenutasi presso la sede della Soaco dove si sono incontrati i rappresentanti di tutte le ditte che hanno realizzato le opere del nuovo aeroporto.

La commissione nominata dall’Enac, affidata alla sezione di Napoli, esaminerà tutta la documentazione presentata e dovrà ora emettere il certificato di collaudo tecnico ed amministrativo dell’opera che attesta la conformità dell’opera al progetto esecutivo. Una volta emesso il certificato di collaudo lo scalo potrà essere consegnato ufficialmente alla Soaco. Intanto sabato all’aeroporto di Fiumicino è stata confermata l’ennesima protesta da parte di Pippo Di Giacomo per tenere alta l’attenzione sul «caso» Comiso.