Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1141
RAGUSA - 21/06/2012
Attualità - Il "Gran Capitolo d’estate" è conclusione di un anno di di ricerca e pratica culinaria

La Confraternita dei Cenacolari riscopre i sapori iblei

Sono quindici delegati delle varie confraternite presenti in Italia, che saranno per qualche giorno in provincia di Ragusa alla scoperta non solo dei sapori e del gusto ma anche del territorio

Si incontrano per conoscere sapori e tradizioni culinarie. Arrivano da varie aree d´Italia e sono in visita fino a domenica, ai "fratelli" della Confraternita dei Cenacolari dell´Antica Contea, nella sede di Ragusa Ibla, in occasione del "Gran Capitolo d´Estate".

Si tratta della manifestazione conclusiva di un anno di attività di ricerca e pratica culinaria. Sono quindici delegati delle varie confraternite presenti in Italia, che saranno per qualche giorno in provincia di Ragusa alla scoperta non solo dei sapori e del gusto ma anche del territorio. Sono state infatti programmate visite guidate nei luoghi simbolo del barocco ibleo, da Ragusa Ibla a Modica, a Scicli oltre che alcune cene all´interno dei ristoranti tipici.

Ci sarà inoltre una degustazione di formaggi siciliani presso la nuova Cacioteca Regionale Siciliana, accanto al Corfilac, e visite guidate e degustazioni di vino presso l´azienda Poggio di Bortolone e di oli dop presso il frantoio Gulino. Sabato sera, nei suggestivi locali della Confraternita dei Cenacolari dell´Antica Contea, a Ibla in via del Mercato, si terrà la cena di gala alla presenza degli ospiti che vengono dalle varie regioni d´Italia e naturalmente dei soci locali. Sarà una cena tutta ispirata a Tommasi di Lampedusa, con la cucina del Gattopardo, con pietanze ricercate ma sempre attenti a rispettare le tradizioni ritrovate in antichi manoscritti o tramandate di generazione in generazione.

Ad accogliere i delegati italiani ci saranno tutti i soci di Ragusa e i vertici della Confraternita iblea, ovvero il presidente Saretto Sortino e il segretario Giovanni Berretta. A coordinare l’attività ai fornelli sarà il socio Franco Tidona.