Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 999
RAGUSA - 19/06/2012
Attualità - L’ Amministrazione si è attivata per riparare il guasto ma i disagi perdurano fino a giovedì

Mezza Ragusa senza acqua, bloccata pompa S. Leonardo

Numerose le richieste a palazzo dell’Aquila ma le autobotti non ce la fanno a soddisfare le richieste

Rubinetti a secco almeno fino a giovedì. Nei quartieri alti della città ci si arrangia come si può. Da sabato avere la disponibilità di acqua è diventato un problema dopo che un guasto al motore di attingimento della sorgente S. Leonardo ha bloccato la pompa. Molti si sono arrangiati e tanti si sono rivolti a palazzo dell’Aquila per avere a disposizione una fornitura grazie alle autobotti comunali.

Il gran numero di richieste tuttavia ha soddisfatto solo parzialmente la domanda e c’è chi attende da due giorni che il camion arrivi nonostante non arrivi una goccia d’acqua in casa. Una conferenza di servizio si è tenuto in comune alla presenza dell’assessore Mario Addario e dei funzionari per attutire i disagi dei residenti ma la situazione resta difficile e non resta che telefonare (0932 676421) per una fornitura d’acqua.

L’insufficienza di acqua è tuttavia destinata a restare una costante in città almeno fino a quando non saranno convogliate le condutture dell’Asi, ma il progetto è rimasto impantanato dopo le dimissioni del presidente dell’area di sviluppo industriale, Rosario Alescio. L’amministrazione, ha annunciato l’assessore, metterà a disposizione 20 mila euro nel prossimo bilancio per realizzare il progetto ma la città soffre oggi la sete.

L’espansione a dismisura di alcuni quartieri nella cintura della città ha accresciuto i problemi perché l’insediamento di condomini, villette a schiera con tanto di giardini ha moltiplicato le richieste di acqua. Il collegamento alla rete idrica delle contrade Puntarazzi e Monachello ha acuito ancora di più il bisogno di acqua pur se la rete idrica comunale è rimasta quella che è.


Ragusa ancora più GRANDE
20/06/2012 | 18.45.33
Deafmonk

Questo è quello che accade quando un sindaco permette ad una città di crescere a dismisura per accontentare la voracità dei palazzinari guardando in maniera miope al presente e non al futuro che richiede infrastrutture sempre più estese al crescere della città.
Dipasquale prima desertifica il Centro Storico con le sue magnifiche "basole" e adesso la città alta con la mancanza d´acqua. Speriamo che in autunno vada a "rinfrescare" le altre province...io sono disposto a votarlo pur di mandarlo via da questa città.
Adesso sono sicuro che iolosapevo interverrà con qualcuna delle sue "perle" di ovvietà


riparatela adesso
19/06/2012 | 20.03.17
marco

riparatela o sostituitela adesso