Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1121
RAGUSA - 20/06/2012
Attualità - Oggi la prima prova, giovedì quella di indirizzo per ogni istituto

Esami di Stato, si comincia con la prova di italiano

Coinvolti in tutto oltre 500 docenti, di cui 250 commissari esterni
Foto CorrierediRagusa.it

Cominciano oggi con la prova di Italiano gli Esami di Stato su tutto il territorio nazionale. E´ una prova comune a tutti gli indirizzi anche se una traccia sarà specifica per ogni corso.

Sono 450mila gli studenti che affronteranno una prova che segna la carriera scolastica di ogni candidato. L’insediamento delle commissioni è il primo atto di un percorso che si chiude entro la prima decade di luglio a secondo del numero dei candidati assegnati a ciascuna commissione. Questa è presieduta da un presidente e di norma composta da sei commissari, di cui tre esterni, ovvero nominati dal Ministero e tre facenti parte del consiglio di classe. Mercoledì è in programma la prima prova di Italiano, giovedì la prova di indirizzo, Greco per il classico, matematica per lo Scientifico. La terza prova è invece calendarizzata per lunedì ed è affidata alla redazione da parte della stessa commissione. Poi il via agli orali non prima di venerdì della prossima settimana visto che le commissioni dovranno prima pubblicare gli esiti delle prove scritte.

La novità della maturità 2012 è costituita senza dubbio dal plico telematico. Le commissioni infatti grazie ad una chiave d’accesso segreta avranno la possibilità di ricevere le prove via web e somministrarle agli studenti. Finisce così il rito dei plichi consegnati prima in commissariato o presso le stazioni dei carabinieri e consegnati la mattina stessa ai presidenti. La sperimentazione è stata già attuata per verificare eventuali problemi di trasmissione e ricezione ed ha avuto esito positivo. Il plico telematico dovrebbe mettere al riparo il ministero da eventuali fughe dei testi d’esame.

La maturità in provincia

In provincia sono 3 mila 200 gli studenti che affronteranno gli esami. Le commissioni impegnate sono 76 per 151 classi. Tra commissari interni ed esterni si tocca il numero di oltre 500 con 250 docenti nominati dal ministero. Le scuole dove si concentra il più alto numero di commissioni sono il Verga di Modica e lo Scientifico Fermi di Ragusa. La macchina organizzativa è già pronto per risolvere i problemi delle sostituzioni di presidenti e docenti che danno forfait all’ultimo momento. Martedì il gruppo di supporto tecnico istituto presso l’Ufficio scolastico provinciale, USP, incontrerà i presidenti per le ultime direttive. Ne fanno parte l’ispettrice Giovanna Criscione, l’ex dirigente scolastico Gaetano Lo Monaco in qualità di ispettore tecnico, le funzionarie dell’Usp Annunziata Comitini e Salvatrice Martellini.

Il messaggio del ministro
Il ministro Francesco Profumo ha lanciato il suo messaggio ai maturandi: «Guardate al futuro con ottimismo. La crisi attuale è complicata, ma terminerà e ci saranno tante nuove opportunità. Bisogna abituarsi all’idea che il mondo del lavoro è diventato europeo. Investite nella conoscenza delle lingue. Il mondo del lavoro sta diventando europeo e bisogna attrezzarsi da un punto di vista culturale. E’ necessario abituarsi all’idea che ci si possa allontanare da casa, l’idea della mobilità deve diventare qualcosa di naturale. Bisogna investire nella maggiore competenza linguistica per poter competere in Europa, valorizzare maggiormente le persone ed il loro impegno. Ci vuole più trasparenza dei processi, per dare una cultura in questo senso ai propri cittadini e poter attirare cittadini di altri paesi".