Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 774
RAGUSA - 10/06/2012
Attualità - Progetto delle terze classi della media Vann’Antò

Fondazione S. Giovanni: murales per l´accoglienza

La fondazione San Giovanni Battista ha chiesto alla scuola di rallegrare una parte del muro esterno della propria sede

Un muro, trasformato in murales, che invita alla cultura dell´inclusione, al di là di qualsiasi differenza. A realizzarlo, alcune terze classi della scuola media "Vann´Antò", nella struttura-simbolo dell´accoglienza: la fondazione San Giovanni Battista, che ospita rifugiati politici.

«Il progetto intercultura – dice Viviana Rizza, docente e curatrice del progetto – ha coinvolto le classi terze. La tematiche volevano essere le barriere, partendo da quelle individuali, relazionali, nel superamento del pregiudizio; i ragazzi hanno studiato i muri nella storia, passati e ancora presenti, vedi Palestina. La fondazione San Giovanni Battista, che è in protocollo d´intesa con il centro territoriale permanente della scuola, ci ha chiesto se potevamo rallegrare una parte del muro esterno della propria sede.

Abbiamo accolto con piacere la proposta, che si è potuta realizzare grazie a Massimo Carpinteri, docente di educazione artistica. E´ un progetto scolastico che va oltre i contenuti, ma che intende radicarsi nella città, continuando la proficua collaborazione con Comune e Prefettura».

Un pomeriggio in cui l´integrazione è passata anche attraverso la degustazione di piatti tipici dei paesi di provenienza degli stranieri, sistemati su una tavola imbandita per l´occasione. «Abbiamo anticipato i festeggiamenti per la giornata del rifugiato, che di solito cade a fine giugno – spiega Pinuccia Cavalieri, responsabile del progetto Famiglia Amica della fondazione San Giovanni Battista – perché volevamo realizzare questo murales, con i ragazzi della media "Vann´Antò".

Questa è una sede che da anni si occupa di famiglie di rifugiati richiedenti asilo politico. Facciamo assistenza medica, amministrativa e d´integrazione sul territorio, che consiste nella ricerca di un lavoro e di una casa».