Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 907
RAGUSA - 23/05/2012
Attualità - L’arteria è costata 300 mila euro e consentirà un facile accesso al Giovanni Paolo 2°

La strada c´è ma per il nuovo ospedale bisogna attendere

Per l’Asp il trasferimento nel nuovo complesso avverrà entro l’anno

La strada che consente di accedere al nuovo ospedale di contrada Cisternazzi è già pronta. In sei mesi, l´impresa Savaretti di Mussomeli l´ha realizzata e consegnata alla collettività. Ieri, la verifica sul campo con il sopralluogo del sindaco Nello Dipasquale, accompagnato dal vice Giovanni Occhipinti, dal direttore sanitario dell´Asp Pasquale Granata, dal direttore medico di presidio Angelina Militello, e dai tecnici comunali

L´arteria è costata 300 mila euro. Nella prima parte, da via Fieramosca al pronto soccorso è a tre corsie (con una riservata ai mezzi di soccorso), mentre nella seconda parte (tra il pronto soccorso e l´ingresso dell´ospedale) torna a due corsie.

Soddisfatto il sindaco Dipasquale: «Abbiamo realizzato un altro importante obiettivo, onorando l´impegno assunto. La strada di collegamento e tutte le opere del sottosuolo sono già pronte».

In ritardo, invece, è il nuovo ospedale, dove si continua a lavorare per ultimare gli interni. Il completamento era previsto in aprile, ma i tempi pare si siano allungati. L’Asl prevede ancora qualche mese di tempo per aquistare le nuove attrezzature ed organizzare il compesso trasferimento dal Civile e dal Paternò Arezzo. L’ospedale dovrebbe essere comunque operativo entro l’anno.


le strade di ultima generazione
24/05/2012 | 9.01.41
giuseppe

La prima volta che andai a Firenze (35 anni)fa , le prime cose che mi colpirono positivamente furono le strade, tutte alberate e con grandi marciapiedi. A Ragusa, le strade di ultima generazione vengono progettate e costruite senza un albero, senza pista ciclabile... Grande soddisfazione del sindaco e del vice sindaco, che hanno una visione della città del futuro non ancora come ce l´avevano a Firenze 35 anni fa.