Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 880
RAGUSA - 22/05/2012
Attualità - I sindacati confederali alzano il livello della protesta

Comuni non pagano dipendenti: Cgil, Cisl e Uil agitati

Preoccupazione per le famiglie che devono avere mensilità arretrate. Richiesto l’intervento del prefetto

Cgil, Cisl e Uil, proclamano lo stato di agitazione dei lavoratori dipendenti di molti comuni iblei. Il documento a firma dei tre segretari provinciali, è stato inviato anche al prefetto di Ragusa Giovanna Cagliostro. Secondo i sindacati confederati, si continuano a registrare ritardi nella corresponsione degli stipendi ai lavoratori degli enti locali che rendono sempre più drammatica la qualità della vita delle rispettive famiglie e di quanti monoreddito hanno a che fare giornalmente e tragicamente con impegni finanziari che non possono onorare e rispettare.

Inoltre, i sindacati hanno dichiarato che è di tutta evidenza che la mancata circolazione monetaria, derivante dalla impossibilità di spesa dei lavoratori dipendenti, ricade pesantemente sulle economie cittadine e che «il senso di responsabilità con il quale ci si prodiga per fronteggiare questo momento difficile non può più essere garantito, atteso che il numero dei lavoratori dei comuni in crisi finanziaria aumenterà sensibilmente da qui a poco, non soltanto per la eccessiva decurtazione dei trasferimenti regionali e nazionali, ma anche per i notevoli ritardi che si registrano nei relativi accreditamenti agli enti locali».

I confederati temono anche che tale situazione di disagio, possa degenerare in esiti tragici o in conflitti sociali pregiudizievoli dell’ordine e della sicurezza pubblica. Il documento, è stato firmato dai segretari provinciali della Cgil ( Mattisi ), Cisl ( Marino), Uil (Dipasquale).