Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 932
RAGUSA - 03/05/2012
Attualità - Alberto Spampinato fa riferimento ad un presunto gesto irrispettoso compiuto dalla provincia di Ragusa

Polemica su sala stampa Spampinato alla Provincia

Il presidente dell’Ente Antoci: «Polemiche inopportune. Non c’è stata manifestazione di commemorazione di Giovanni Spampinato alla quale la Provincia di Ragusa, da quando sono presidente, non abbia partecipato e aderito»
Foto CorrierediRagusa.it

In occasione della quinta giornata della memoria dei giornalisti uccisi da mafie e terrorismo tenutasi a Palermo, Alberto Spampinato ha fatto riferimento ad un presunto gesto irrispettoso compiuto dalla provincia di Ragusa nei confronti del fratello Giovanni, giornalista assassinato nel 1972. Si riferiva alla inspiegabile ed inspiegata chiusura della sala stampa ´Giovanni Spampinato´, inaugurata nel 1995.

Un luogo-simbolo proprio per il nome che porta. In qualita´ di Presidente della Commissione Antimafia Europea scrivero´ alla provincia di Ragusa per chiedere le motivazioni di tale decisione e chiedero´ altresi´ che la sala stampa sia riaperta in virtu´ del fatto che e´ considerata, non solo dai professionisti dell´informazione, un vero e proprio punto di riferimento". Lo ha detto l´eurodeputata e presidente della Commissione antimafia europea Sonia Alfano, che ha aggiunto: "Il 3 maggio e´ una giornata speciale per ricordare il contributo straordinario dato dai nostri cari nella lotta alla mafia e al terrorismo. Di questo ringrazio l´Unione Nazionale Cronisti Italiani, che ormai da cinque anni si premura di ricordare i colleghi uccisi".


LA RISPOSTA DI ANTOCI
«Ci sono polemiche inopportune e che stento a raccogliere. Una di queste è quella messa in atto da Alberto Spampinato per il tramite di ‘Ossigeno Informazione’ sulla dimenticanza della Provincia di Ragusa circa la «Sala stampa» intestata al fratello assassinato il 27 ottobre 1972. Non c’è stata e non c’è alcuna volontà politica e istituzionale di chiudere la ‘Sala Stampa ‘Giovanni Spampinato’ perché, come sanno benissimo tutti, il ricordo del giornalista ragusano è ben presente nella nostra memoria. Non c’è stata, infatti, manifestazione di commemorazione di Giovanni Spampinato alla quale la Provincia di Ragusa, da quando sono presidente, non abbia partecipato e aderito».

Così il presidente della Provincia Franco Antoci (nella foto a destra accanto al capo Ufficio stampa Gianni Molè) che senza alcuna vena polemica chiarisce i termini della questione e comunica che la Sala Stampa ‘Giovanni Spampinato’ allocata al piano terra del palazzo della Provincia è a disposizione dei giornalisti che ne vorranno fare uso.

«L’Amministrazione Provinciale dell’epoca aveva deciso di istituirla nel luglio 1995 e quella volontà confermiamo con l’individuazione di una sala a piano terra del Palazzo per ribadire il valore della memoria per un giornalista che Ragusa non dimenticherà mai soprattutto per il suo impegno al servizio della verità dei fatti».