Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1352
RAGUSA - 01/05/2012
Attualità - Deflusso verso i centri urbani sotto gli occhi vigili della Polstrada sulle maggiori arterie

1° maggio di sole e mare. Turisti in riviera e centri storici

Ibla, Marina di Ragusa, Donnafugata, Punta Secca e la costa tra le mete privilegiate Foto Corrierediragusa.it

Il mare per i locali, le città per i turisti. E´ stato questo il motivo conduttore della giornata del 1° maggio. Il bel tempo ha favorito le gite fuori porta anche se molti si erano già spostati dallo scorso fine settimana per godere del lungo ponte. Le località marinare sono state prese d´assalto da Scoglitti a Marina Marza.

In assoluto le più frequentate Marina di Ragusa e Punta Secca dove i turisti hanno andati in processione alla casa di Montalbano all´ombra del faro. La pineta di Randello è stata meta di famiglie sin da metà giornata con famiglie che hanno organizzato il tradizionale picnic. La nota negativa è stata l´immondizia accumulata lungo molte strade della provincia per uno spettacolo non proprio gradevole.

Il primo bilancio di questo lungo ponte del 1 maggio si può comunque considerare positivo. Città affollate di turisti, alberghi e strutture ricettive in genere che hanno registrato il tutto esaurito in provincia.

Le forze dell´ordine hanno intensificato la loro presenza dal primo pomeriggio per garantire un deflusso tranquillo e sereno.

Sulle strade sono stati attivati posti di blocco e controlli a largo raggio; in particolare sulla Ragusa mare e sulla Catania Ragusa.

Le forze dell´ordine, in questo ponte, utilizzeranno tutti i sistemi elettronici a loro disposizione. Ma faranno anche largo uso di etilometro, a tutte le ore del giorno e della notte. Perché i dati dicono che, troppo spesso, anche in pieno giorno si trovano conducenti che hanno alzato un po´ troppo il gomito, finendo con il mettere a repentaglio la propria e l´altrui incolumità.


SE TUTTI FACESSERO FESTA, ECONOMIA A PICCO…
01/05/2012 | 15.12.50
Davide Nicaso

Giorni fa i sindacati facevano pressione per tenere chiuse le attività commerciali nelle festività nazionali, come 25 aprile e primo maggio. Se tutti questi turisti che oggi affollano la provincia ragusana trovassero tutte le attività chiuse pensate che tornerebbero in provincia di Ragusa la prossima volta che decideranno di fare una gita all’insegna dello svago? Con molta probabilità no! E tutti i commercianti, che già fanno fatica ad arrivare a fine mese, con tutte le tasse e le spese che devono sostenere, pensate che possano godersi una giornata di sano spensierato relax sapendo che migliaia di persone transitano davanti alle loro attività chiuse, con buone probabilità di fare ossigenanti incassi? Sicuramente no!
Meditate gente, meditate…e buon lavoro a tutta la gente che lavora soprattutto quando c’è da lavorare. Da un lavoratore che vi scrive dal posto di lavoro, felice di lavorare, e per nulla invidioso di chi, invece, si sta godendo una meritata giornata di riposo e svago.