Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 702
RAGUSA - 07/04/2012
Attualità - I dati del primo trimestre parlano di un calo del 25 - 30 per cento

Consumi in caduta, Pasqua amara per il commercio

Le liberalizzazioni complicano, invece di risolvere, i problemi del comparto

E’ una Pasqua amara per il commercio. I dati relativi al primo trimestre dell’anno non fanno presagire nulla di buono. Dice Enzo Buscemi, vicepresidente provinciale della Confcommercio: «La mancanza di liquidità contrae i consumi e fa propendere per acquisti mirati. Il calo nel centro storico superiore può essere già stimato nell´ordine del 30 per cento. I lavori di riqualificazione di via Roma hanno causato un´ulteriore contrazione degli incassi. Il centro storico è svuotato e la flessione dei consumi non si risolve con le liberalizzazioni delle aperture, quanto piuttosto con un sostegno deciso agli esercizi commerciali in difficoltà».

Anche il presidente territoriale di Confesercenti, Pippo Occhipinti, ritiene che il calo dei consumi sia del 20-25 per cento: «I piccoli esercizi rischiano di chiudere con conseguenze devastanti anche in termini occupazionali. Non si può pensare di rimettere in moto la macchina della crescita senza dare maggiore capacità d´acquisto ai cittadini-lavoratori che registrano, al contrario, l´aumento delle tasse. La liberalizzazione delle aperture, in presenza di una crisi così estesa, rappresenta un falso problema, che non favorisce certo la crescita».