Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 852
RAGUSA - 05/04/2012
Attualità - Flussi orientati su Palermo, Catania, Siracusa e Trapani grazie alla vicinanza degli aeroporti

La Sicilia tra le mete preferite dagli italiani per la vacanza di Pasqua

Il soggiorno più gettonato è in agriturismo, seguito da albergo e B&B
Foto CorrierediRagusa.it

La Sicilia è tra le mete preferite degli italiani per le vacanze di Pasqua. La crisi tuttavia frena le famiglie e solo il 18 per cento ha deciso di recarsi in vacanza; saranno tra l’altro soggiorni più brevi rispetto al passato proprio per contenere i costi.

I vari siti specializzati segnalano un aumento di presenze in Sicilia nelle aree direttamente servite ed adiacenti agli aeroporti; il catanese con il capoluogo, Taormina e Siracusa (nella foto: piazza Duomo) in lista alle preferenze. Palermo anche se se c’è da verificare l’impatto delle ultimissime notizie relative all’emergenza immondizia che rischia di cancellare una buona delle prenotazioni. Va bene anche Trapani grazie allo scalo «low cost» di Birgi. Erice, Marsala e tutto il comprensorio godono della facilità di collegamenti tra lo scalo trapanese ed il resto d’Italia e d’Europa.

Le incerte condizioni del tempo ed una stagione ancora ballerina non hanno indotto molti a spostarsi sulle isole per cui Lampedusa, Pantelleria, le Egadi non registrano numeri consistenti. Le preferenze degli italiani per queste vacanze vanno soprattutto agli agriturismo perché offrono tariffe a buon mercato. Viene segnalato il tre per cento in più di occupazione delle camere.

I 400 mila intervistati per un sondaggio sulle preferenze di soggiorno scelgono per il 28 per cento gli agriturismo. A seguire l´hotel (26 per cento), il Bed&Breakfast (13 per cento), la casa di proprietà o di amici (12%) e in affitto (10%). L´agriturismo cresce anche grazie a un calo dell´8%, rispetto al 2010, delle destinazioni estere, in favore delle mete italiane. In testa la Toscana (10%), il Trentino (4%) e la Puglia (4%) seguite da Umbria e Sicilia.

In generale per la Pasqua 2012 gli italiani hanno preferito dunque mete nazionali. L´estero rimbalza con il medio raggio ed è più che mai ´last minute´. "Sulla media distanza si registra una ripresa del Mar Rosso - dice all´Adnkronos Roberto Corbella, presidente di Astoi (Associazione Tour Operator Italiani) - dovuta in gran parte ai prezzi competitivi. Vanno discretamente anche le capitali europee, soprattutto Barcellona ma i soggiorni si fanno più brevi e sono sempre di più quelli che prenotano all´ultimo momento, segno che il budget si è ridotto e che si rimanda la decisione per riflettere più a lungo.

Coloro che hanno maggiori possibilità economiche scelgono quest´anno l´Oceano Indiano, le Maldive, Dubai, gli Stati Uniti, i Caraibi e la Thailandia. Le cifre, tuttavia, anche in questo caso non sono clamorose".